Accedi o Registrati
Librifolli - Alessandria
Titolo 
Autore 

 
ricerca avanzata
ricerca multipla
ricerca avanzata | ricerca multipla    
BIBLIOTECA DI BABELE

Comprovendolibri.it utilizza cookies e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookies, consulta la nostra Informativa sulla Privacy e l'utilizzo dei cookies.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookies
.

chiudi
Nuovi Quaderni di Capestrano

Comprovendodischi.it













 

 

 

 

BESTSELLER vende questi libri in provincia di CASERTA

Segui
 

 
Informazioni sul venditore:
Sono un privato che compra&vende libri; eseguo anche ricerche su commissione: ricerca gratuita e senza obbligo d’acquisto.

CONTATTI
Cell.: 339 4945277 (anche WHATSAPP)
Mail: raffaele.bernardo@yahoo.it (anche MSN)

Condizioni di vendita di BESTSELLER
Pagamento anticipato tramite BONIFICO BANCARIO, POSTEPAY, PAYPAL.
COSTI DI SPEDIZIONE:
Raccomandata piego di libri: €4,00 (fino a 2 Kg)
Raccomandata piego di libri €7,00 (tra 2 e 5 Kg)
Piego di libri ordinario: €2,00 (solo fino a 2 Kg e a rischio del cliente)
Raccomandata piego di libri contrassegno: €5,40 (fino a 2 Kg)
Raccomandata piego di libri contrassegno: €9,50 (tra 2 e 5 Kg)
Commissioni postali su contrassegno: €6,00

ATTENZIONE! Per alcuni libri è necessario verificare preventivamente la disponibilità, indipendentemente dalla presenza della scheda in elenco. Grazie!

 

Richiedi un contatto 


Per chiedere informazioni su un libro, clicca sul Titolo
Ordinamento per inserimento, dall'ultimo inserito.
Libri : 8050


Cerca tra i libri di BESTSELLER

Titolo  

   

Autore  

   
Phantasia in Aristotele


€ 16,00

  Phantasia in Aristotele
 
di Astolfi, AntonellaMilano 2011Vita E Pensiero
FILOSOFIA ANTICA, FILOSOFIA GRECA, ARISTOTELE
ISBN: 9788834321669

Bross. ed., cm 22x16, pp. 182.

Prefazione di Marcello Zanatta.

Collana fondata da Giovanni Reale e diretta da Roberto Radice.

SINTESI
Oggetto di un acceso dibattito fin dall’antichità, il significato ed il ruolo della ’’phantasia’’ secondo Aristotele continuano ad appassionare e a dividere anche i commentatori contemporanei, come attesta il gran numero di contributi dedicati al problema. Dopo un’analisi preliminare dello status quaestionis e una rassegna delle principali posizioni interpretative emerse, questo testo si propone di rispondere alle domande relative all’esistenza o meno di una teoria unificata, alle complesse ricadute sia nella psicologia, sia in altri settori del sistema aristotelico e della successiva ricerca peripatetica, e, soprattutto, alla possibilità di attribuire un valore essenzialmente epistemologico alla ’’phantasia’’ attraverso il ricorso allo schema della metafora per analogia. Questo permetterebbe d’intendere l’accezione di base della ’’phantasia’’, vale a dire quella collegata al ’’presentarsi’’ alla percezione, come non equivoca, bensì fondante gli altri differenti utilizzi, coinvolti nell’ambito della rappresentazione mentale e del pensiero; così, l’uso improprio o cosiddetto ’’metaforico’’ sarebbe il risultato di un trasferimento di significato da quello proprio o ’’non metaforico’’. Una nozione della ’’phantasia’’ che ’’si dice in molti sensi’’ diventa dunque il punto di partenza della ricomposizione all’interno di una cornice teorica coerente ed organica, sulla base di un significato fondamentale comune.

INDICE
Prefazione di Marcello Zanatta
Premessa
Introduzione
Parte Prima - Phantasía ed esperienza
Capitolo primo
Il problema della phantasia nell’esegesi contemporanea
1. Sviluppi contemporanei di una questione antica
2. L’uso proprio della phantasia e la sua variante metaforica
3. Sulla compatibilità fra i nuclei dottrinali della phantasia
4. Punti di vista diversi a confronto
Capitolo secondo
La trattazione «canonica»
Capitolo terzo
La polemica con Platone
Capitolo quarto
La phantasta, la sensazione e il senso comune
Capitolo quinto
Φαντασία e Φαίνεσθαι
Capitolo sesto
Apparire vero e apparire falso. L’errore ossen’ativo nell’indagine scientifica
Capitolo settimo
Principio di coordinazione e principio comune dei sensibili propri
Parte Seconda - Pensare per immagini e pensare il mondo
Capitolo primo
Per una teoria organica della phantasia: l’antinomia di De anima III
Capitolo secondo
La medierà sensibile: il confronto con l’affermazione e la negazione
Capitolo terzo
La polemica contro i «sensisti»
Capitolo quarto
La phantasta e l’organizzazione razionale della realtà
Capitolo quinto
«Realismo» e criterio di verità
Capitolo sesto
La phantasia e il movimento
Conclusione
Note al testo
BIBLIOGRAFIA
INDICE DELLA MATERA TRATTATA

In vendita da mercoledì 17 ottobre 2018 alle 12:40 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche questi libri usati...

 
Passioni e farmaci. Per un’etica della depressione ; le passioni dell’uomo tra neuroscienze ed anima


€ 13,00

  Passioni e farmaci. Per un’etica della depressione ; le passioni dell’uomo tra neuroscienze ed anima
 
di Sorge, FulvioNapoli 2000Liguori
SCIENZE SOCIALI, PSICOLOGIA, DEPRESSIONE
ISBN: 9788820730703

Bross. ed. ill., cm 24x17, pp. 112.

SINTESI
La depressione, male oscuro che affligge l’uomo e non rispetta età, ceto, sesso, conoscenza, si propone come un paradigma centrale della medicina e della psichiatria fin dagli albori della civiltà. L’interesse dell’uomo per l’evento depressivo e la sua cura si è sempre articolato nell’area intermedia tra mente e corpo, tra condizione esistenziale e malattia, innumerevoli essendo le terapeutiche suggerite per la sua guarigione. L’Autore propone, secondo una lettura fenomenologica, filosofica e psicodinamica, il senso di colpa quale elemento cardinale sia della psicopatologia depressiva che della dimensione più autentica della condizione umana. L’uomo contemporaneo appare tanto più disperato, fragile, quanto maggiore è la sollecitazione della società dei consumi a saturare il desiderio con beni materiali. Nella ricerca di identità meno fittizie si propongono all’attenzione dello psichiatra le nuove patologie quali disturbi della condotta alimentare, tossicodipendenza, psiconevrosi narcisistiche. Il percorso dell’opera propone alcune riflessioni sui modi della cura del sofferente secondo una prassi dell’etica dell’incontro che si colloca tra neuroscienze e anima.

In vendita da mercoledì 17 ottobre 2018 alle 11:22 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche questi libri usati...

 
Alle radici della morale. Significati e ordine simbolico. Fra sociologia, storia e psicoanalisi


€ 18,00

  Alle radici della morale. Significati e ordine simbolico. Fra sociologia, storia e psicoanalisi
 
di Graziosi, MariolinaNapoli 2013Liguori
SOCIOLOGIA, PSICOANALISI, FILOSOFIA MORALE, ETICA
ISBN: 9788820760076

Bross. ed. ill., cm 24x17, pp. 328.

SINTESI
Il libro affronta, in chiave teorica e storica, una tematica estremamente attuale. La società contemporanea – sempre più caratterizzata dal senso di solitudine e di sradicamento dell’individuo – ha infatti maturato la necessità di riflettere sulla morale per il crescente affievolirsi dei legami sociali forti e, di conseguenza, della solidarietà verso l’altro. Sono recentemente emerse domande cruciali intorno al destino della società in assenza di una morale forte: c’è chi sostiene la fine del sociale e la possibilità per l’individuo di sviluppare autonomamente una dimensione etica in grado di supplire all’assenza di una morale collettiva. Il libro affronta tali questioni attraverso un’analisi teorica, in cui si chiarisce il rapporto tra morale ed etica e si indaga su quali siano le radici di entrambe, affiancata da un’analisi socio-storica, in cui si ricostruiscono i primi passi del cammino dell’occidente verso la spiritualità, focalizzandosi in particolare sull’intrecciarsi tra il processo di formazione del soggetto morale e del soggetto etico. Il fine dell’analisi storica è trovare nell’esperienza dell’uomo occidentale la risposta agli interrogativi emersi dall’analisi teorica. Il periodo storico preso in esame riguarda il ciclo iniziale del processo di spiritualizzazione occidentale, in modo da ricostruire l’intero ciclo di nascita, sviluppo e crollo di un’èra con particolare attenzione al ruolo giocato dalla morale e dal soggetto etico. Il libro affronta, in chiave teorica e storica, una tematica estremamente attuale. La società contemporanea – sempre più caratterizzata dal senso di solitudine e di sradicamento dell’individuo – ha infatti maturato la necessità di riflettere sulla morale per il crescente affievolirsi dei legami sociali forti e, di conseguenza, della solidarietà verso l’altro. Sono recentemente emerse domande cruciali intorno al destino della società in assenza di una morale forte: c’è chi sostiene la fine del sociale e la possibilità per l’individuo di sviluppare autonomamente una dimensione etica in grado di supplire all’assenza di una morale collettiva. Il libro affronta tali questioni attraverso un’analisi teorica, in cui si chiarisce il rapporto tra morale ed etica e si indaga su quali siano le radici di entrambe, affiancata da un’analisi socio-storica, in cui si ricostruiscono i primi passi del cammino dell’occidente verso la spiritualità, focalizzandosi in particolare sull’intrecciarsi tra il processo di formazione del soggetto morale e del soggetto etico. Il fine dell’analisi storica è trovare nell’esperienza dell’uomo occidentale la risposta agli interrogativi emersi dall’analisi teorica. Il periodo storico preso in esame riguarda il ciclo iniziale del processo di spiritualizzazione occidentale, in modo da ricostruire l’intero ciclo di nascita, sviluppo e crollo di un’èra con particolare attenzione al ruolo giocato dalla morale e dal soggetto etico.
Mariolina Graziosi ha conseguito il phD in Sociologia presso The University of Wisconsin, Madison e sta ultimando il diploma di psicoanalista al C.G. Jung di Zurigo, è attualmente ricercatore presso il Dipartimento di Sociologia dell’Università di Milano. Tra i suoi lavori: ’Gender Struggle and the Social Manipulation and Ideological Use of Gender Identity in Interwar Years’ in ’Mothers of Invention: Critical Studies on Women in Italian Culture and Society during Fascism’, University of Minnesota Press, 1994.

INDICE
Introduzione
Parte I – La società sui generis e la volta celeste
Introduzione
Capitolo primo – Le radici del sociale e della morale: il sacrificio e il mito
Capitolo secondo – La società sui generis: gli elementi simbolici dell’ordine sociale e morale
Capitolo terzo – La volta celeste: spazio sacro, scoperta dell’alterità e sentimenti collettivi
Capitolo quarto – Ordine, sentimenti e significati: le diverse interpretazioni della morale e dell’etica
Parte II – Il processo di spiritualizzazione: il lungo cammino dell’Occidente verso la civiltà
Introduzione
Capitolo quinto – Dall’angoscia all’anima: il Totemismo
Capitolo sesto – Mito e diritto materno
Capitolo settimo – La polifonia del politeismo e la nascita del diritto paterno
Capitolo ottavo – La nascita della Polis: dall’etica eroica alla morale civica
Capitolo nono – Dagli Dèi all’uomo, dal mito alla tragedia: nasce il soggetto etico
Capitolo decimo – Razionalizzazione e incarnazione del mito
Capitolo undicesimo – Comunità e società: spirito civico e stratificazione sociale
Capitolo dodicesimo – Crisi sociale e nascita dell’impero: l’eroe si fa Dio
Conclusioni
Bibliografia

In vendita da martedì 16 ottobre 2018 alle 23:31 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche questi libri usati...

 
Nell’Oriente favoloso. Lettere dall’India


€ 18,00

  Nell’Oriente favoloso. Lettere dall’India
 
di Gozzano, GuidoNapoli 2004Liguori
LETTERATURA ITALIANA ’900, GUIDO GOZZANO, CREPUSCOLARISMO
ISBN: 9788820733117

Bross. ed. ill., cm 24x17, pp. 276.

A cura di Epifanio Ajello

SINTESI
Tutte le prose di Guido Gozzano ispirate al suo viaggio in India, sono state ordinate secondo l’ordine di apparizione sul quotidiano «La Stampa» e su varie riviste, nell’arco degli anni tra il gennaio 1914 e il settembre del 1916. Nasce così un libro «nuovo», differente rispetto al postumo Verso la cuna del mondo. Un portfolio di scritture da leggere quasi come disordinati fotogrammi da cui affiora un racconto, una sorta di diario dello sguardo verso un’«India da favola». Metafora di un altro viaggio già intrapreso e irrimediabilmente vicino alla meta.

INDICE
Introduzione
Note al testo
Tavola delle abbreviazioni
Breve cronologia della vita e delle opere di Guido Gozzano
Un Natale a Ceylon
Un voto alla Dea Tharata-Ku-Wha
Sull’oceano di brace
La Torre del Silenzio
L’isola d’Elefanta
La danza d’una Devadasis
Golconda: la città morta
Il vivaio del Buon Dio
Il fiume dei roghi
L’India ribelle?
L’olocausto di Cawmpore
Goa: la Dourada
Glorie italiane all’estero. Gli orrori del Paradiso
Le città della favola: Agra
L’impero dei Gran Mogol
Giaipur: la città rosea
Da Ceilan a Madura

In vendita da martedì 16 ottobre 2018 alle 23:10 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche questi libri usati...

 
Viaggi nel regno dell’illogico. Letteratura e droga da De Quincey ai giorni nostri


€ 18,00

  Viaggi nel regno dell’illogico. Letteratura e droga da De Quincey ai giorni nostri
 
di Ghelli, FrancescoNapoli 2003Liguori
LETTERATURA CONTEMPORANEA, CRITICA LETTERARIA, SOCIOLOGIA DELLA LETTERATURA, DROGA
ISBN: 9788820735463

Bross. ed. ill., cm 24x17, pp. 304.

Collana diretta da Stefano Manferlotti.

SINTESI
Da De Quincey a Baudelaire, da Artaud a Huxley, fino a Michaux e Burroughs, la droga è un tema fondamentale per molti scrittori degli ultimi due secoli. Ai giorni nostri questa tradizione si confonde con il mito un po’ usurato dell’artista trasgressivo, della rockstar che nella droga cerca l’ispirazione o l’oblio. In realtà, proprio nella tradizione letteraria si trovano alcune radici di quella complessa costruzione culturale che si nasconde dietro l’odierna idea di droga come di una sostanza estranea, minacciosa ma anche seducente. È un’idea così radicata da resistere a tutti gli approcci più «scientifici» o «oggettivi», tant’è che molti degli odierni discorsi sulla droga appaiono la riedizione sbiadita di quanto scrisse Baudelaire nei Paradisi artificiali. In letteratura l’esperienza della droga è stata l’occasione privilegiata per il rovesciamento della razionalità dominante, per l’emergere dell’inconscio, del «regno dell’illogico». Di questo universo letterario il saggio di Francesco Ghelli indaga a fondo tutto quanto va a costituirlo: la regressione infantile, l’esplorazione della follia, l’estasi mistica, la vertigine allucinatoria, la dilatazione del tempo e dello spazio, il delirio interpretativo, le metamorfosi grottesche. Dai sogni dei Romantici fino alle realtà virtuali del cyberpunk, la rappresentazione della droga ci permette di osservare le sottili trasformazioni dell’immaginario moderno e postmoderno.

Ulisse e i Lotofagi: la droga fuori dall’Occidente

In effetti, fa impressione come l’odierno discorso sulla droga sia una lunga variazione sul tema dei Paradisi artificiali, come in molti si ritrovino, loro malgrado, a ripetere ancora le argomentazioni di Baudelaire sulla droga asociale, nemica della volontà e del lavoro. Da Baudelaire la critica della droga è poca cosa, un misero surrogato, o è una tentazione irresistibile, capace di asservire chiunque dopo una sola esperienza? E ancora, il drogato è un miserabile, schiavo del bisogno, o è qualcuno che ha raggiunto la pace dei sensi, l’assoluta autarchia, sottraendosi come i Lotofagi di Ulisse a tutti i dolorosi imperativi della civiltà? Spesso proprio la critica ha costruito il paradiso artificiale, ha esaltato la beatitudine del drogato quasi per sottolineare il diabolico potere di seduzione della droga, la sua maligna minaccia. Come nel caso del diavolo, proprio gli esorcisti si sono rivelati talvolta i migliori apologeti del male... (p. 26-27)
Francesco Ghelli si è laureato a Pisa e ha conseguito il dottorato di ricerca a Bergamo. Oltre che su letteratura e droga, ha scritto sul tema del caso nella letteratura del Novecento. Ha pubblicato saggi e articoli su Balzac, Nerval, Pynchon, DeLillo, sul «romanzo dell’adolescente» e su entropia e letteratura.

INDICE
Ringraziamenti
Parte prima: Definizioni e precisazioni
1 La droga: un tema problematico o un’invenzione letteraria?
1. La parola e la ’’cosa’’
2. La droga, che cos’è?
3. L’Ottocento e la genesi della droga
4. Paradisi artificiali: la letteratura evoca il demone della
droga
5. Ulisse e i Lotofagi: la droga fuori dall’Occidente
2 Droga e letteratura nella critica: oltre il sintomo e la convenzione
1. Ieri e oggi, ’’tossici’’ e uomini di genio
2. Effetti della droga o effetto-droga?
3. L’altra logica dei testi drogati.
Parte seconda: Una rete tematica
Un’estrapolazione dalla Letteratura fantastica di Todorov
3 Un sistema di analogie
3.1 Droga e infanzia
3.2 Droga e follia
3.3 Droga e esperienza mistica
4 Le costanti tematiche dei testi drogati
4.1 Confusione fra immaginazione e realtà
1. Allucinazioni: questioni di soglie e comici
2. Illusione e allucinazione, confusioni e distinguo
3. Immagini tiranniche, con o senza droghe
4. Le soglie dei sogni drogati
5. Confusioni allucinatorie e ontologiche
4.2 Alterazioni spazio-temporali
4.3 Confusione fra soggetto e oggetto
4.4 «Pandeterminismo»
1. Una categoria utile ma mal nominata
2. Meraviglioso quotidiano, sincronicità, improvvisazioni
3. Paranoia, complotti, controllo e malefici
4.5 «Pansignificazione»
1. Simbolo, allegoria e hashish.
2. Un mondo di segni
3. Decifrare parole, musica, volti
4.6 Dalle parole alle cose
4.7 Smaterializzazione e metamorfosi
1. Metamorfosi più o meno convenzionali
2. Fantasmi, smaterializzazione e decorporeizzazione
3. Verso l´informe
4.8 Altri temi
1. Suicidio, morte lenta e morte-in-vita
2. «Caleidoscopio dotato di coscienza»: l´ebbrezza della città
3. Droga e denaro
4. Piacere/Dolore. Il racconto della dipendenza
Parte terza. Conclusioni
5 Due secoli di antilogica
1. Droghe e frenesia simmetrica
2. L’infinito, l’ineffabile, il modo indivisibile
3. Storicizzare la simmetria
4. Capolavori sconosciuti: arte o esperienza?
5. Droga, modernità, ritorno del represso irrazionale
6 La droga nell’immaginario postmoderno
1. Una presenza residuale
2. La droga, il nuovo, lo shock e il sempreuguale delle merci
3. La droga: da produttore di immagini a immagine riprodotta
4. Realtà virtuali e revival psichedelico
5. La droga, merce ideale
Bibliografia
Indice dei nomi

In vendita da martedì 16 ottobre 2018 alle 22:36 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche questi libri usati...

 
Platonismo e creazionismo in Filone di Alessandria


€ 18,00

  Platonismo e creazionismo in Filone di Alessandria
 
di Radice, RobertoMilano 1989Vita E Pensiero
FILOSOFIA ANTICA, FILOSOFIA GRECA, FILONE DI ALESSANDRIA, PLATONISMO, CREAZIONISMO
ISBN: 9788834302620

Bross. ed., cm 22x15, pp. 448.

Introduzione di Giovanni Reale.

Pubblicazioni del Centro di Ricerche di Metafisica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

SINTESI
In questo volume Radice affronta il problema centrale della interpretazione di Filone. Sulla base delle sue precise conoscenze acquisite sull’Alessandrino e sul Platonismo, egli dimostra che Filone va considerato come un autentico filosofo, da cui nessuno in futuro potrà legittimamente prescindere, non solo per la ricostruzione del pensiero patristico, ma anche per la ricostruzione del pensiero greco-pagano a lui parallelo e posteriore. Filone non è un eclettico, bensì un platonico - se non addirittura l’attivatore del Medioplatonismo -, che ha utilizzato elementi aristotelici e stoici, per lo più caricandoli appunto della valenza platonica. Ma il suo platonismo è un ’’platonismo riformato’’, proprio sulla base di concetti cardine tratti dal testo biblico, e, in particolare, dal creazionismo fondativo, che nel contesto della cultura filosofica in cui egli agisce è quello che più si approssima alla creazione ex nihilo. Il libro presenta, tra l’altro, numerose novità esegetiche, in particolare riscontrabili nel sistematico confronto con i precedenti autori platonici, o stoici, o di varia estrazione filosofica. Il volume si impone come un punto di riferimento per tutti gli studiosi di Filone e della storia del Platonismo.
Roberto Radice (1947) si è imposto in primo piano fra gli studiosi di Filone a livello nazionale e internazionale. Ha scritto una bibliografia ragionata sul nostro pensatore, dal titolo ’Filone di Alessandria, Bibliografia generale, 1937-1982’, Napoli 1983, già tradotta in lingua inglese (1988). Ha curato a vari livelli ben quindici dei trattati del grande ’Commentario allegorico’ di Filone alla Bibbia nella collana ’’Classici del Pensiero’’ dell’Editrice Rusconi (1981-1988). Sempre nell’ambito di quest’opera, ha già anticipato sul pensiero filoniano un lavoro dal titolo ’Il concetto di migrazione in Filone di Alessandria’, pubblicato come Saggio introduttivo nel volume Filone di Alessandria, ’La migrazione verso l’eterno’, Rusconi 1988, e la trattazione sintetica ’La genesi e la natura della ’’filosofia mosaica’’. Struttura, metodo e fondamento del pensiero filosofico e teologico di Filone di Alessandria’ (in collaborazione con G. Reale), pubblicato come Monografia introduttiva ai diciannove trattati del ’Commentario Allegorico’, nel volume Filone di Alessandria, ’La filosofia mosaica’, Rusconi 1987. Due dei suoi commentari al ’De opificio mundi’ e al ’Legum allegoriae’, pubblicati ancora nel volume ’La filosofia mosaica’, costituiscono, inoltre, una primizia a livello internazionale e presentano cospicue novità ermeneutiche.

In vendita da martedì 16 ottobre 2018 alle 19:12 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche questi libri usati...

 
Il problema della verità Heidegger vs Aristotele


€ 21,00

  Il problema della verità Heidegger vs Aristotele
 
di Giordani, AlessandroMilano 2001Vita E Pensiero
FILOSOFIA ANTICA, FILOSOFIA GRECA, FILOSOFIA TEDESCA ’900, ARISTOTELE, HEIDEGGER
ISBN: 9788834307151

Bross. ed., cm 22x16, pp. VIII-304.

SINTESI
Il problema dell’essere è dominante nella riflessione heideggeriana. Impostato sulla scia degli studi di Husserl sull’intuizione veritativa e sviluppato a partire da un’estesa lettura della concezione della costituzione essenziale dell’uomo proposta da Aristotele nel VI libro dell’Etica a Nicomaco, esso è stato oggetto di diverse soluzioni, incentrate sul tentativo di superare l’identificazione tra verità e presenzialità. Ciò al fine di porre la verità come principio velato di emergenza della totalità dell’ente e dell’orizzonte d’essere in cui si presenta. In che modo, tuttavia, è stata concretamente pensata la problematica della verità dell’essere e in che modo la prima soluzione sistematica del problema proposta da Heidegger è stata sviluppata al fine di non incorrere in contraddizioni? In che misura la soluzione definitiva, che segna la celebrata svolta, è in grado di superare tali contraddizioni? In che misura, infine, è possibile dire che il pensiero heideggeriano si pone, secondo l’intenzione del filosofo stesso, come oltrepassamento del pensiero ontologico aristotelico e, in generale, occidentale? L’intento di questa analisi è identificare lo sviluppo del pensiero di Heidegger in relazione al problema dell’essere, ossia al problema circa la verità dell’essere dell’ente, cercando di proporre un’interpretazione consistente dei termini in cui le precedenti domande sono poste e di illuminare la Grundfrage che ne costituisce lo sfondo: l’essere è definibile secondo una struttura?
Alessandro Giordani è dottore di ricerca presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. La sua attività è orientata prevalentemente all’analisi dei temi fondamentali di ontologia e logica formale. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Tempo e struttura dell’essere, Vita e Pensiero, Milano 1995; Logica dell’evidenza, «Rivista di Filosofia Neo?scolastica», 4, 2000; in collaborazione con S. Galvan, La logica del predicato di esistenza nell’argomentazione filosofica, Milano 1999. Attualmente si occupa di logica della fondazione epistemica e dello sviluppo di sistemi di logica modale per l’indagine filosofica.

In vendita da martedì 16 ottobre 2018 alle 15:53 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche questi libri usati...

 
Significato e ontologia


€ 18,00

  Significato e ontologia
 
di Bianchi, Claudia - Bottani, Andrea (a Cura Di)Milano 2003Franco Angeli
STORIOGRAFIA FILOSOFICA
ISBN: 9788846449597

Bross. ed., cm 23x16, pp. 288.

Contributi di: Enrico Berti, Andrea Bonomi, Massimiliano Carrara, Pascal Engel, Daniela Ferrari, Maurizio Ferraris, Pierdaniele Giaretta, Christopher Hughes, Paolo Leonardi, Ernesto Napoli, Elisa Paganini, Elisabetta Sacchi, Mark Sainsbury, Marco Santambrogio, Gabriele Usberti, Achille Varzi, Nicla Vassallo, Alberto Voltolini.

Collana diretta da Evrando Agazzi.

SINTESI
Raramente l’ontologia - l’inventario di ciò che ultimamente vi è - aveva conosciuto nella comunità filosofica mondiale, sia di impronta analitica che continentale, una fase di fecondo e dinamico sviluppo come quella che sta attualmente attraversando. L’ambiente filosofico italiano è stato finora appena sfiorato da questo fermento di studi ontologici. Nei confronti dei temi generali della metafisica e dell’ontologia non si è ancora del tutto dissipato un anacronistico, sempre meno convinto e non ben motivato scetticismo. Certi filosofi del linguaggio continuano a vedere l’ontologia come un luogo dove problemi squisitamente linguistici ricevono cattive formulazioni e soluzioni anche peggiori. Certi filosofi della scienza insistono nel considerarla come un luogo dove il senso comune riceve un’immeritata, pre-galileiana considerazione. Ma i tempi sono ormai mutati e sembrano maturi per coinvolgere la comunità filosofica italiana (particolarmente quella parte di essa che si riconosce nell’ideale analitico) in una riflessione sui legami fra teoria ontologica e teoria del significato, nella convinzione che le relazioni fra i due ordini di discorso siano quanto mai strette e ’’interne’’ a entrambi.
Claudia Bianchi , dottore di ricerca, si è specializzata presso il Dipartimento di Sciences de l’Homme et de la Société dell’Ecole Polytechnique a Parigi e presso i Dipartimenti di Filosofia dell’Università di Ginevra, del Piemonte orientale e di Padova. È attualmente ricercatrice a contratto presso l’Università di Genova. I suoi interessi vertono su questioni teoriche nell’ambito della filosofia del linguaggio, della pragmatica e della filosofia della scienza. È co-curatrice di ’Filosofia’ (Milano, 1996); ha pubblicato vari saggi in italiano, inglese e francese, e il volume ’La dipendenza contestuale. Per una teoria pragmatica del significato’ (Napoli, 2001).
Andrea Bottani ha insegnato e svolto attività di ricerca presso le università di Genova, Urbino, Fribourg e Neuchâtel. È attualmente professore associato presso l’Università di Bergamo, dove insegna Filosofia del linguaggio. Si interessa di filosofia della scienza, filosofia del linguaggio e metafisica. Tra i volumi di cui è autore, si segnalano ’Verità e coerenza’ (Milano, 1989) e ’Il riferimento imperscrutabile. Olismo, ontologia e teoria del significato’ (Milano, 1995). Tra i volumi che ha curato, l’ultimo è ’Individuals, Essence and Identity. Themes of Analytic Metaphysics’, con M. Carrara e P. Giaretta (Dordrecht, 2002).

INDICE
Claudia Bianchi, Andrea Bottani, Introduzione: metafisica, ontologia e significato
Enrico Berti, Ontologia o metafisica? Un punto di vista aristotelico
Andrea Bonomi, Tempi, eventi e condizioni di verità
Massimiliano Carrara, Elisabetta Sacchi, Cardinalità ed identità. Geach sull’argomento della relatività di Frege
Pascal Engel, Olismo minimale del significato
Daniela Ferrari, Pierdaniele Giaretta, Tornare ad esistere (o diventare un’altra tazzina)
Maurizio Ferraris, Problemi di ontologia applicata: la proprietà delle idee
Christopher Hughes, Gli eventi e i loro criteri d’identità
Paolo Leonardi, Oggetti di riferimento
Ernesto Napoli, Significato e ontologia
Elisa Paganini, C’è identità indeterminata nel mondo?
R. Mark Sainsbury, Graziosi topi rosa: allucinazione e contenuto percettivo
Marco Santambrogio, A che cosa servono i sensi di Frege?
Gabriele Usberti, Definire la sinonimia
Achille C. Varzi, Riferimento, predicazione, e cambiamento
Nicla Vassallo, Sulla natura della conoscenza e le sue relazioni con la nozione di significato
Alberto Voltolini, Può la semantica essere indipendente dall’ontologia? Il caso dei nomi propri

In vendita da martedì 16 ottobre 2018 alle 15:19 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche questi libri usati...

 
Il poco e il tanto. Condizioni e modi di vita degli italiani dall’unificazione a oggi


€ 13,00

  Il poco e il tanto. Condizioni e modi di vita degli italiani dall’unificazione a oggi
 
di Storchi, Mario RosarioNapoli 1999Liguori
STORIA D’ITALIA, STORIA CONTEMPORANEA, SCIENZE SOCIALI
ISBN: 9788820728373

Bross. ed. ill., cm 24x17, pp. 224.

SINTESI
La storia non deve parlarci solo di grandi avvenimenti e di personaggi celebri, trascurando le condizioni in cui vivevano milioni di persone comuni. Questo volume ricostruisce la vita quotidiana degli italiani dall’unificazione ai giorni nostri. Il titolo del lavoro (Il poco e il tanto) prende spunto sia dallo stridente contrasto fra le condizioni di vita degli italiani del recente passato e del presente, sia dal divario che è esistito in ogni epoca storica tra popolo e classi benestanti. L’Autore illustra dapprima il periodo storico che va dall’unificazione all’entrata nel secondo conflitto mondiale, attraverso l’esame di alcune tematiche fondamentali: alimentazione, condizioni abitative, abbigliamento, condizioni igieniche e sanitarie. Successivamente, segue le repentine e per molti versi sconvolgenti modifiche che la seconda guerra mondiale e poi gli anni del boom economico hanno imposto nella vita quotidiana.
Mario Rosario Storchi, dopo aver svolto ricerche sulla storia economica e sociale del Mezzogiorno, si occupa da alcuni anni della ricostruzione storica della vita quotidiana degli italiani nell’età contemporanea. Per la nostra casa editrice ha già collaborato con due saggi al volume ’Studi sul Regno di Napoli nel decennio francese’ (1985), e ha pubblicato ’Prezzi, crisi agrarie e mercato del grano nel Mezzogiorno d’Italia’ (1991) e ’La vita quotidiana delle popolazioni meridionali dal 1800 alla Grande Guerra’ (1995).

In vendita da martedì 16 ottobre 2018 alle 13:45 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche questi libri usati...

 
Il pensiero politico di Aristotele


€ 15,00

  Il pensiero politico di Aristotele
 
di Kullmann, WolfgangMilano 1992Guerini E Associati
FILOSOFIA ANTICA, FILOSOFIA GRECA, FILOSOFIA POLITICA, ARISTOTELE
ISBN: 9788878022560

Bross. ed., cm 21x14, pp. 171.

SINTESI
Non si tenta qui una trattazione sistematica della filosofia politica aristotelica, ma si mira a focalizzare i concetti basilari del pensiero politico di Aristotele a partire dalla sua antropologia, per la cui comprensione si deve ricorrere non solo alla sua metafisica, ma anche alla filosofia della natura. Si affrontano così questioni di due tipi: problematiche che ancor oggi riconduciamo ad Aristotele per la comprensione del nostro cosmo politico e temi che ci si impongono se si prendono le mosse da Aristotele. Alle questioni del primo tipo appartengono uguaglianza e disuguaglianza fra gli uomini, il ruolo della guerra nella vita dei popoli, il ruolo dell’aggressività nella vita degli uomini. Alle questioni del secondo tipo appartiene per esempio il problema di come si debbano considerare punti di vista biologici, presenti nella Politica di Aristotele, ma assenti invece nella odierna discussione politica.
Wolfgang Kullmann (Berlino, 1927) è professore ordinario all’Università di Freiburg im Breisgau. Tra i suoi scritti ricordiamo ’Wissenschaft und Methode. Interpretationen zur aristotelischen Theorie der Natiirwissenschaft’ (Scienza e metodo. Interpretazione della teoria aristotelica delle scienze naturali), Berlin 1974; ’Die Teleologie in der aristotelischen Biologie’ (La teleologia nella biologia aristo-telica), Heidelberg 1979, e numerosi studi sul significato e la recezione di Aristotele nell’età moderna. L’ultimo suo libro è dedicato a Omero: ’Homerische Motive’ (Stuttgart 1992).

INDICE
Premessa
I. La Politica di Aristotele come filosofia pratica II. L’uomo come animale politico
III. Eguaglianza e diseguaglianza
IV. La teoria costituzionale
V. Impulso all’associazione e aggressività in Aristotele e nell’età moderna
Bibliografia
Indice dei luoghi
Indice dei nomi
Indice analitico

In vendita da martedì 16 ottobre 2018 alle 11:59 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche questi libri usati...

 
Il musicista filosofo e le passioni. Linguaggio e retorica dei suoni nel Seicento europeo


€ 26,00

  Il musicista filosofo e le passioni. Linguaggio e retorica dei suoni nel Seicento europeo
 
di Campa, CeciliaNapoli 2001Liguori
MUSICOLOGIA, CRITICA MUSICALE, ESTETICA
ISBN: 9788820731991

Bross. ed. ill., cm 24x17, pp. 440.

SINTESI
Individuando nel pensiero musicale del Seicento archetipi correnti della comunicazione passionale attraverso i suoni, il volume ricompone le fila di un dibattito ideale sull’identità del segno musicale che lo misurava con quello linguistico o con la creazione poetica, non senza riportarlo al codice espressivo degli animali o al canto degli uccelli. L’idea di musica vi oscilla tra retorica e oratoria, potere affettivo degli intervalli, progetto di una combinatoria in note, restauro della metrica e della sua melica implicita, delineando i tratti più tipici della fascinazione musicale. La musica perfettibile che volge in note l’utopia della lingua perfetta, identificandone il demiurgo nel musicista filosofo, fa leva tuttavia anche sull’evocazione diretta di elementi emozionali: valenze naturali o riferimenti ancestrali e cifre della mitografia fino all’eco. Musica e passioni nei loro effetti sull’anima e sul corpo vengono così sbalzati nell’appassionante chiaroscuro di modelli antichi e moderni.

INDICE
Introduzione
I. La disciplina musicale fonte e sede delle passioni
Erudizione musica e ratio studiorum 29: Musica poetica/poetica della musica 32; Le aporie dei ’pratici’, il ’parfait Musicien’ e la voce quale cifra musicale 45.
II. Accademie italiane e musica mundana
Il guardaroba della mente 59: Circa morem affectio 59, L’udito 63, Affetti/ passioni 64, Canto/voce umana/animale 66, Mutamus animum talia audientes: catarsi 67, Furore poetico-musicale, teologia e retorica 68, Pittura parlante e paralleli tra le arti 69; Numeri di musica 75: Intervalli, classificazione e percezione delle passioni 78, I colori delle passioni 85.
III. La voce: affetti e meccanismi di fonazione e di intonazione Theatrum anatomicum 93: Percezione e ricezione 109; Fox animantium e provvidenza divina 111: Laus vocis humanae 111, Laus Lusciniae 119; Vocali e intonazione 133.
IV. Ideali e sistemi dell’arte
Musica Poetica 141: Musica figurata/Musica patetica 143, Il frasario delle figure 147, Combinatoria 160; Phonosophia: eco aura calcolo 174: Sonus lucis simia est 174, Fille de l’air, Nymphe fuyarde: poetica e materialità dell’eco 177, Echometrie 181, Trompe l’ouïe 184; Impenetrata vis naturae 194.
V. L’utopia linguistica
Il moto delle passioni e il minimalismo di segni accenti 199: La lingua 199, Voce e idiomatica delle passioni 213, Naturalità della pronuncia dei suoni delle passioni 230, La ’saillie’ del canto 240; Il canto ideale 249: Intervalli e colori 251, Orazione (eloquenza) perfettibile 263, Combinatoria e assoluti 267, Valutazione e giudizio 275, Simmetrie di danze 278, Passioni intellettuali e astrazioni 284, Carattere affettivo e ductus delle melodie 292, Naturalità 295, Compositore e interprete 301, «Musique accentuelle» e mappa delle passioni 303.
VI. Musica aurorale tra filologia e storiografia: recitazione e declamazione
Musica nuda’ e Musica in concento’ 309: Il verso latino e l’imitazione del «nudo parlare» 318, Animo e senso 336, Melodie di intonazione 340, Proporzioni musicali stimoli appetiti 347, Imitazione e furor 354; Affitti quantitativi: antichità ed esotismo 361: Ritmi oratoria drammatica lingue comparate 365, Canto e recitazione 373, Lingue e accenti 378, Musico e oratore 379; Il suono 380, Frase musicale e frase poetica 388.
Conclusione
Bibliografia
Indice dei nomi

In vendita da martedì 16 ottobre 2018 alle 11:16 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche questi libri usati...

 
Metafisica e filosofia pratica in Aristotele


€ 11,00

  Metafisica e filosofia pratica in Aristotele
 
di Gadamer, Hans GeorgMilano 2000Guerini E Associati
FILOSOFIA ANTICA, FILOSOFIA GRECA, ARISTOTELE
ISBN: 9788883351099

Bross. ed., cm 21x14, pp. 117.

Lezioni raccolte da Vittorio De Cesare.

SINTESI
Il tema di queste lezioni gadameriane, è il rapporto tra metafisica ed etica in Aristotele. Esso viene esplorato con quel continuo interrogare i testi che è proprio di Gadamer, ma a partire da essi la domanda si allarga ad altri temi: la teologia cristiana, il sapere degli antichi e la scienza moderna, i Greci e noi, il destino del mondo moderno. Sullo sfondo c’è la figura di Heidegger, quasi come un «padre venerando e terribile». Questo dialogo teoretico è arricchito e vivacizzato dal continuo affiorare dei ricordi personali di Gadamer su uomini, episodi, situazioni che hanno segnato la cultura filosofica del Novecento: Heidegger, Jaeger e Bultmann, le Università di Marburgo e di Friburgo
Hans-Georg Gadamer (Marburgo, 1900), laureatosi con Natorp e abilitatosi con Heidegger a Marburgo ha insegnato
siccessivamente nelle Università di Lipsia, Francoforte e, dal 1949, a Heidelberg. Ha vissuto in prima persona le più significative vicende del pensiero tedesco del nostro secolo, da lui rievocate nei ricordi autobiografici ’Maestri e compagni nel cammino del pensiero’ (Brescia 1980). La sua fama è legata soprattutto a ’Verità e metodo’ (1960, tr. it. Milano 1983). L’opera. ormai un classico della letteratura filosofica contemporanea, è la prima consapevole fondazione di un’ermeneutica filosofica. In collaborazione con l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici sono stati anche pubblicati: ’Elogio della teoria’ (1999, 2° ed.) e ’L’inizio della filosofia occidentale’ (1997, 3° ed.).

INDICE
Prefazione
Premessa
I. Aristotele e la teologia cristiana: la lettura di Heidegger
II. La dialettica in Platone e in Aristotele
III. Esperienza e scienza nel primo libro della ’Metafisica’
V. ‘Eνέργεια e νοῦς

In vendita da martedì 16 ottobre 2018 alle 10:02 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche questi libri usati...

 
Saggio su mito e tragedia


€ 6,00

  Saggio su mito e tragedia
 
di Vernant, Jean-pierre - Vidal-naquet, PierreTorino 1994Einaudi
RELIGIONE, MITOLOGIA
ISBN: 9788828601975

Bross. ed. ill., cm 20x13, pp. 192.

SINTESI
Scelti fra i saggi che compongono i due volumi dedicati a «Mito e tragedia nell’antica Grecia», i testi qui raccolti costituiscono un contributo fondamentale alla conoscenza dell’Atene classica e della sua civiltà. Lo sviluppo della coscienza tragica; l’ambiguità intrinseca dell’eroe «tragico»; i rapporti fra mito, politica e riflessione morale; l’eredità della tragedia per l’uomo moderno: questi alcuni dei temi sviluppati nel volume, secondo una metodologia che coniuga analisi linguistica, suggestioni strutturaliste, psicologia storica. Il volume, annotato e corredato da introduzioni e da una bibliografia ragionata, presenta in appendice il saggio di Bruno Snell «Mito e realtà nella tragedia greca».

INDICE
Nota introduttiva
Saggi su mito e tragedia
I. Il dio della finzione tragica
II. Il soggetto tragico: storicità e transistoricità III. Il momento storico della tragedia in Grecia: alcune condizioni sociali e psicologiche
IV. Tensioni e ambiguità nella tragedia greca
V. Abbozzi della volontà nella tragedia greca
VI. Eschilo, il passato e il presente
VII. Ambiguità e rovesciamento. Sulla struttura enigmatica dell’Edipo re
VIII. Il Dioniso mascherato delle Baccanti di Euripide
Appendice
Mito e realtà nella tragedia greca, di Bruno Snell
Altre letture consigliate

In vendita da lunedì 15 ottobre 2018 alle 17:50 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche questi libri usati...

 
L’universo, gli dèi, gli uomini. Il racconto del mito


€ 6,00

  L’universo, gli dèi, gli uomini. Il racconto del mito
 
di Vernant, Jean-pierreTorino 2005Einaudi
RELIGIONE ANTICA, MITOLOGIA
ISBN: 9788806174972

Bross. ed. ill., cm 20x13, pp. 216. Lievi sottolineature a matita.

SINTESI
I miti giungono dai Greci fino a noi come un universo di frammenti, personaggi, storie, illuminazioni. Raccontano il tepore e la profondità di Gaia (la Terra), l’urlo tremendo di Urano (il Cielo) che, castrato dal figlio Crono, genera in un unico istante Afrodite e con lei l’amore. Raccontano dei Giganti e degli dèi, di Pandora e dell’invenzione della donna, di Prometeo che ci portò il fuoco, e della bellezza di Elena che scatenò una guerra interminabile. I miti raccontano le astuzie immortali di Ulisse e i suoi amori con Circe e Calipso... Vernant, professore onorario al Collège de France, ne racconta le storie e ne analizza i temi.

In vendita da lunedì 15 ottobre 2018 alle 17:27 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche questi libri usati...

 
Ippocrate


€ 18,00

  Ippocrate
 
di Jouanna, JacquesTorino 1994Società Editrice Internazionale
FILOSOFIA DELLA SCIENZA, MEDICINA, IPPOCRATE
ISBN: 9788805052936

Leg. ed. con sovracc. ill., cm 22x15, pp. VIII-480.

SINTESI
Ippocrate non solo rappresenta la straordinaria vivacità del secolo di Pericle, ma si è imposto nei secoli successivi come autorità indiscussa, non solo in campo medico. La teoria e la prassi medica, fino alla metà del XIX secolo, si sono riferiti ad Ippocrate e ancora oggi chi si interessa della deontologia medica, di salute e di malattia, di scienza e religione deve rifarsi al suo pensiero. E’ significativo come l’evoluzione della scienza non abbia condannato Ippocrate all’oblio, ma anzi ne abbia valorizzato al meglio il nucleo centrale del suo pensiero.
Jacques Jouanna è docente di Letteratura e civiltà greca alla Sorbona, e direttore del gruppo di ricerca sulla medicina greca del CNRS.

INDICE
Premessa
Parte prima - Ippocrate l’Asclepliade
I. Ippocrate di Cos
II. Ippocrate il Tessalo
III. Ippocrate e la scuola di Cos
IV. Scritti in cerca d’autore
Parte seconda - Il medico nell’esercizio della sua arte
I. Il medico e il pubblico
II. Il medico e il malato
III. Il medico e la malattia
Parte terza - Ippocrate e il pensiero del suo tempo
I. Il razionalismo ippocratico e il divino
II. Ippocrate e la nascita delle scienze dell’uomo
III. La medicina in discussione e la nascita dell’epistemologia
IV. La medicina in crisi e i suoi rapporti con la filosofia
Parte quarta - Grandezza e limiti dell’Ippocratismo
I. Dall’osservazione del visibile alla ricostruzione dell’invisibile
II. La salute, la malattia e la natura
III. L’eredità dell’Ippocratismo nell’Antichità
Appendici
Giuramento
Un decreto in onore di un medico di Cos
I trattati del Corpus ippocratico: elenco e presentazione
Note
Orientamento bibliografico

In vendita da lunedì 15 ottobre 2018 alle 17:07 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche questi libri usati...

 
Pericle e la democrazia ateniese


€ 6,00

  Pericle e la democrazia ateniese
 
di Levi, Mario AttilioMilano 1996Rusconi
STORIA ANTICA, STORIA GRECA, PERICLE
ISBN: 9788818701487

Bross. ed. ill., cm 20x12, pp. 375. Poche sottolineature a penna nera interessano una 50 di pp.

SINTESI
Dopo l’assassinio di Efialte, nelle file del partito democratico con il quale aveva iniziato la carriera politica, Pericle si era trovato solo a guidare a un tempo il partito e la politica ateniese, ciò che fece per oltre trent’anni (461-429 a.C.), fondando il proprio potere sull’annuale, libera elezione degli strateghi e legando il suo nome all’epoca di maggiore sviluppo economico e culturale di Atene. Protagonista d’una grande età della storia umana, Pericle emerge dalle pagine di questo libro come aristocratico schivo e riservato, anticonformista persino nella sua vita privata: uomo di cultura, filosofo, letterato, ma anche e soprattutto probo e disinteressato amministratore e grande uomo di stato nel contrasto di indirizzi politici con i contemporanei Cimone, avversario di pari statura, Tucidide di Melesia e Tucidide di Oloro.
Mario Attilio Levi, accademico nazionale dei Lincei, docente universitario, direttore del Centro Studi e Documentazione sull’Italia Romana, ora Centro Ricerche e Documentazione sull’Antichità Classica (Ce.R.D.A.C.), presidente del Comitato Internazionale per lo Studio delle Città Antiche (Strasburgo) e della Società Internazionale Neroniana per lo Studio delle Monarchie Antiche (Clermont-Ferrand), è un esperto di Storia Antica di fama mondiale. Fra le sue numerose opere, sempre per Rusconi ha firmato ’Alessandro Magno’ (1977), ’Augusto e il suo tempo’ (1986) e ’Adriano e la rifondazione dell’impero romano’ (1994).

In vendita da lunedì 15 ottobre 2018 alle 16:33 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche questi libri usati...

 
La teoria dell’educazione nella Repubblica di Platone


€ 10,00

  La teoria dell’educazione nella Repubblica di Platone
 
di Nettleship, Richard LewisFirenze 1970La Nuova Italia
FILOSOFIA ANTICA, FILOSOFIA GRECA, PEDAGOGIA, PLATONE

Bross. ed., cm 20x13, pp. 128.

Prefazione di Spencer Leeson.

SINTESI
Richard Lewis Nettleship (1846) dal 1869 alla morte, avvenuta nel 1892 in un incidente di montagna sulle Alpi, fu «Fellow and Tutor in Philosophy» presso il Balliol College di Oxford. All’infuori di questo saggio, apparso nel 1880 sulla rivista «Hellenica», non pubblicò nulla. Solo dopo la morte furono raccolte in due volumi le sue straordinarie letture platoniche. Molto è stato scritto sulle parti pedagogiche della «Repubblica», ma ancora non esiste un’opera che esponga meglio di questa, cioè in modo esauriente e al tempo stesso conciso, il punto di vista di Platone sull’educazione considerata come un tutto a sé stante. In questi tempi di confuso dissenso circa il «fine architettonico» dei sistemi organizzativi e metodi didattici più perfezionati e funzionali che si siano mai avuti, Platone ci richiama alle questioni e ai principi primi, al vero progresso dell’anima umana verso il bene, secondo il principio del «prima conoscere». Nettleship non vuole stabilire se il proposito di Platone è conforme a verità, ci invita a osservare una nobile mente intenta a lavorare su un nobile soggetto in tutta la sua estensione e profondità. Non chiede il nostro consenso, ma unicamente Io sforzo risoluto di liberare la nostra mente dalle confuse mezze verità e di ripensare l’intera materia, mettendo i mezzi in relazione con il fine.

INDICE
Prefazione di Spencer Leeson
1. Introduzione: l’individuo e la società
2. La natura dell’anima
3. Le fasi elementari: musica e ginnastica
4. Gli studi superiori e l’ascesa alla verità
Indice dei nomi

In vendita da lunedì 15 ottobre 2018 alle 15:46 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche questi libri usati...

 

Pag. 1 di 474.

Vai a pagina : [1] 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 >>>
 



 
   
Contatti: staff@comprovendolibri.it
Segnalazione errori: assistenza@comprovendolibri.it
Informativa sulla Privacy (GDPR) e utilizzo dei cookies
rel. 6.5 Copyright 2000-18 SACS - Padova (IT) - p.IVA 03547010284