Accedi o Registrati
 
Librifolli - Alessandria
Titolo 
Autore 

 
ricerca avanzata
ricerca multipla


 

ricerca avanzata         ricerca multipla

BIBLIOTECA DI BABELE

Comprovendolibri.it utilizza cookies e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookies, consulta la nostra Informativa sulla Privacy e l'utilizzo dei cookies.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookies
.

chiudi
Comprovendodischi.it



Porta in Alto



 
Misopogon Libri Usati







 

 

 
 
Limes n. 3/2004: IL NOSTRO ISLAM. I musulmani d’Europa - Separati in casa? - I circuiti dei terroristi - [NUOVO]
 

€ 3,60

Limes n. 3/2004: IL NOSTRO ISLAM. I musulmani d’Europa - Separati in casa? - I circuiti dei terroristi - [NUOVO]

€ 3,60

 

Limes n. 3/2004: IL NOSTRO ISLAM. I musulmani d’Europa - Separati in casa? - I circuiti dei terroristi - [NUOVO]
 

Autore: Federico Di Leo, Alberto Melloni, Maurizio Stefanini, Vittorio Emanuele Parsi, Antonio Pennacchi e altri
Editore: Gruppo Editoriale L’Espresso
Anno:2004
Collana: Limes - Rivista italiana di Geopolitica
Condizioni: NUOVO
Categoria: RIVISTE, POLITICA, STORIA CONTEMPORANEA
ID titolo:71454718

"Limes n. 3/2004: IL NOSTRO ISLAM. I musulmani d’Europa - Separati in casa? - I circuiti dei terroristi - [NUOVO]" è in vendita da martedì 28 gennaio 2020 alle 19:51 in provincia di Ferrara

Note su "Limes n. 3/2004: IL NOSTRO ISLAM. I musulmani d’Europa - Separati in casa? - I circuiti dei terroristi - [NUOVO]":
336 pagine in-8° - 8 tavole a colori f.t. - Carta geografica ripiegata in allegato
Brossura con copertina illustrata

Articoli:

Editoriale: Mediterraneo è bello!

ATLANTE DELLE DINAMICHE MEDITERRANEE
di Margherita Paolini

Un islam a misura d’Europa
Conversazione con Tariq RAMADAN, a cura di Antonella CARUSO. Presentazione di Antonella CARUSO.

I DIECI MONDI ISLAMICI
Un’analisi spaziale delle principali caratteristiche demografiche ed economiche dei paesi a maggioranza musulmana. Emerge soprattutto la crescita degli islam centro-est asiatici rispetto a quelli arabi. Un tentativo di mappatura per macroaree.
di Federico DI LEO

SE VAI IN CERCA D’ELDORADO
Le migrazioni islamiche e non verso il nostro paese. Gli affari delle organizzazioni criminali, unico filtro al fenomeno migratorio. L’uso geopolitico dei flussi. Le rotte verso l’Italia e le porte d’ingresso nel nostro paese. Il paradosso di Schengen.
di Alfonso Desiderio

LE BRACCIA, NON L’ANIMA: UN MODO NUOVO D’ESSERE IMMIGRATO
Una proposta che distingue fra integrazione economica e integrazione sociale: concedere a una quota di lavoratori immigrati un permesso illimitato di entrata e uscita, in modo che non si stabiliscano da noi con la famiglia.
di Giuseppe SACCO

EUROVESCOVI ED EUROISLAM
Il confronto fra cristiani e musulmani alla luce dello «scontro fra civiltà». Spunti di dialogo e ideologie muscolari a sfondo islamofobico, oggi minoritarie. Il rifiuto vaticano di battezzare la guerra preventiva si è rivelato vincente.
di Alberto MELLONI

NOI E I MUSULMANI: IL CASO FRANCESE NELL’EUROPA PLURALE
L’ipotesi di un islam «gallicano» e l’esperimento del Consiglio francese del culto musulmano. Le molto eterogenee relazioni fra Stati e culti nell’Unione Europea. La mancanza di unità nel campo islamico impone soluzioni originali. Comunitarismo e relativismo.
di Bruno ETIENNE

I MUSULMANI IN ITALIA: CHI SONO E COME CI VEDONO
Un islam diviso e disperso sul territorio, ancora largamente di prima generazione e quindi legato ai paesi di origine. Lo scenario organizzativo. Islamofobia e difficoltà nell’integrazione. I rapporti con Stato e Chiesa.
di Stefano ALLIEVI

LE FORME DEGLI ISLAM NOSTRANI
La parabola della presenza musulmana in Italia, dal IX secolo a oggi. I mille colori dell’attivismo islamico, da quello «ufficiale» e moderato alle aree di contiguità con il terrorismo. Personalità e rivalità di potere.
di Maurizio Stefanini

IL NOSTRO ISLAM IN CIFRE
Sarebbero un milione i musulmani immigrati nel nostro paese. I dati evidenziano un forte senso di appartenenza e una crescente resistenza all’integrazione fra i più giovani. Ma la religione sembra avere molto meno peso di quanto si pensi.
di Federico DI LEO

CHI SIAMO E COSA VOGLIAMO
Alcuni fra i più autorevoli ed attivi esponenti della comunità islamica nazionale rispondono alle nostre domande sulla loro identità e sui loro progetti.

MILANO, ITALIA?
Nel capoluogo lombardo si concentra una parte importante e incisiva della comunità islamica attiva nel nostro paese. Una presenza variopinta e plurale, in cui il radicalismo appare ancora minoritario. Le associazioni femminili e quelle giovanili.
di Elisa MARINCOLA

NEL LABIRINTO DI TORINO
Nel capoluogo piemontese prevalgono i marocchini, seguiti dai balcanici. Il precario inserimento nel mondo del lavoro. La Moschea della Pace e i principali luoghi di preghiera. Le connessioni con i seguaci di Osama.
di Elisa MARINCOLA e Cecilia Tosi

CENTOCELLE, PROVE TECNICHE DI INTEGRAZIONE
L’esperienza della più frequentata moschea romana, fondata da profughi tunisini. Oggi è un laboratorio di dibattito e di apertura al mondo non islamico. I giovani cercano di emanciparsi dall’ipoteca dell’islam politico e guardano al sufismo.
di Aicha AZIZI

SICILIAN CONNECTION: COSÌ COLLABORANO MAFIOSI E JIHADISTI
Verso la più meridionale delle nostre regioni premono i grandi flussi migratori provenienti da sud. Le radici e i caratteri di un’antica presenza araba e islamica. Le connessioni tra terrorismo jihadista e Cosa nostra, cementate dai traffici illegali.
di Piero Messina

«Come vorremmo studiare il Mediterraneo»
Alla tavola rotonda partecipano Nicola, Federico, Antonio, Stefania, Chiara, Cristina. A cura di Federica ARACO.

ISLAMOFOBIA E RADICALISMO, UNA COPPIA PERFETTA
Dopo l’11 settembre molti musulmani percepiscono la crescente paura e il rifiuto degli italiani e ne scontano gli effetti. I modesti, talvolta controproducenti risultati delle inchieste giudiziarie. L’estremismo islamico ne trae conferma e vantaggio.
di Franz Gustincich

IL FASCINO DI BARBÈS
Viaggio nello storico quartiere arabo della capitale francese, ormai sempre più multietnico. Le moschee en plein aire le diverse colorazioni dell’islam. Il difficile rapporto con lo Stato. «Zidane è il nostro eroe!».
di Antonella Caruso

LA RIVELAZIONE DEL VELO
Nella Francia divisa dalla legge sui simboli religiosi, crescono nuovi movimenti di giovani musulmani, decisi a uscire dai ghetti e a far valere i loro diritti. La sordità dei politici e il bigottismo degli integralisti islamici. Frattura sociale e clivage generazionale.
di Ghazi HIDOUCI

VIAGGIO IN ANDALUSIA, CUORE ANTICO DELL’ISLAM EUROPEO
Alla ricerca della Spagna musulmana, nella sua regione di origine. L’invadenza degli imam wahhabiti e la questione delle «moschee-garage». Il mito dell’«invasione» islamica. Ritorno a Granada. La disputa sulla moschea-cattedrale di Córdoba.
di Margherita Paolini

IN BELGIO È L’ORA DEI RADICALI
Malgrado gli ambigui tentativi di integrazione da parte dello Stato, i giovani islamici sono sensibili alle prediche dei fondamentalisti. Le discriminazioni sociali alimentano la tensione con gli «autoctoni». I partiti islamici e le provocazioni del Vlaams Blok.
di Jan DE VOLDER

LA PARABOLA DEL LONDONISTAN
Per anni santuario europeo dell’islam politico, Londra corre ai ripari. Privati della sponda afghana e colpiti duramente dalle autorità, i vari gruppi islamisti sono costretti a fare i conti con la prospettiva di un nuovo esilio.
di Dominique THOMAS

BALCANI IN SALSA JIHADISTA
L’eredità delle guerre jugoslave rivisitata alla luce dell’11 settembre. Le connessioni fra bin Laden e il regime di Izetbegović si rivelano sempre più profonde. Il caso Fazlić. I traffici fra le leadership bosniache, serbe e croate e le loro ramificazioni criminali.
di Edin AVDIĆ

IL PONTE SUL BOSFORO
Diciassette anni di anticamera hanno fiaccato l’europeismo turco. Il premier Erdoğan, a dispetto degli allarmismi della prima ora, porta avanti un progetto di «islam sostenibile». Le responsabilità dei militari nell’ascesa del movimento islamico.
di Paola PIZZO

L’IMPORTANZA DI ESSERE KAZAKISTAN
Come nasce e si sviluppa un nuovo gigante eurasiatico, figlio della frantumazione dell’Urss. La priorità della difesa dell’integrità territoriale di uno spazio multietnico. La geopolitica energetica e il sogno del Pipelinistan.
di Fabrizio VIELMINI

IL REBUS CENTRASIATICO
Orfane del sistema di sicurezza sovietico, afflitte da endemica instabilità, oggetto degli appetiti petroliferi delle grandi potenze, le repubbliche centrasiatiche cercano nel rapporto privilegiato con la «grande madre» Russia una garanzia di sopravvivenza.
di Farkhad KHAMRAEV

IL BOOMERANG AMERICANO
La massiccia presenza militare in Asia centrale potrebbe rivelarsi per Washington un fattore di debolezza. L’etichetta di «potenza imperiale» non le giova in una regione molto instabile. L’incognita del Triangolo Russia-Cina-India.
di Konstantin SYROEZHKIN

I PARADOSSI DELLA GUERRA AL TERRORISMO
Le conseguenze del conflitto in corso sull’ordine globale. Perché il Medio Oriente non può essere il paradigma di un nuovo sistema internazionale. L’emergere di nuovi sottosistemi e il problema dei vuoti di potenza.
di Vittorio Emanuele PARSI

EBREI A MILANO, UNA DIASPORA MULTIETNICA
Dall’epoca romana a oggi, la parabola di un’importante comunità ebraica italiana, particolarmente mista per origini geografiche e culturali. Un gruppo di 6.350 iscritti minacciato dalla crisi demografica. Le diverse anime e i temi di disputa. Chi è ebreo?
di Alberto CASTALDINI

I CLAN CRIMINALI ALLA CONQUISTA DEL BASSO LAZIO
Nelle aree meridionali della provincia di Latina gli ultimi anni hanno segnato l’espansione della camorra e di altre forme di criminalità organizzata. Dagli appalti alla droga fino all’ecomafia: i casi di Gaeta, Formia, Fondi.
di Luigi AMBROSINO

Marconia – Viaggio per le città del Duce – 24
Viaggio per le città del Duce – 24
di Antonio Pennacchi

 

Cerca il titolo su

           

 

Chiedi un contatto per avere informazioni o eventuale acquisto del libro:
"Limes n. 3/2004: IL NOSTRO ISLAM. I musulmani d’Europa - Separati in casa? - I circuiti dei terroristi - [NUOVO]"
Utente verificato maw6571
vende "Limes n. 3/2004: IL NOSTRO ISLAM. I musulmani d’Europa - Separati in casa? - I circuiti dei terroristi - [NUOVO]"  di Federico Di Leo, Alberto Melloni, Maurizio Stefanini, Vittorio Emanuele Parsi, Antonio Pennacchi e altri in provincia di Ferrara

Segui     Controlla le segnalazioni

Ha utilizzato Comprovendolibri ieri.

feedback positivi 6 positivi    

feedback positivi 6 positivi

Vedi tutti i Feedback

Tempo medio di risposta del venditore: entro 5 ore  (calcolato su 5 compravendite)

Informazioni sul venditore:
RIVISTE, POLITICA, STORIA CONTEMPORANEA. 336 pagine in-8° - 8 tavole a colori f.t. - Carta geografica ripiegata in allegato
Brossura con copertina illustrata

Articoli:

Editoriale: Mediterraneo è bello!

ATLANTE DELLE DINAMICHE MEDITERRANEE
di Margherita Paolini

Un islam a misura d’Europa
Conversazione con Tariq RAMADAN, a cura di Antonella CARUSO. Presentazione di Antonella CARUSO.

I DIECI MONDI ISLAMICI
Un’analisi spaziale delle principali caratteristiche demografiche ed economiche dei paesi a maggioranza musulmana. Emerge soprattutto la crescita degli islam centro-est asiatici rispetto a quelli arabi. Un tentativo di mappatura per macroaree.
di Federico DI LEO

SE VAI IN CERCA D’ELDORADO
Le migrazioni islamiche e non verso il nostro paese. Gli affari delle organizzazioni criminali, unico filtro al fenomeno migratorio. L’uso geopolitico dei flussi. Le rotte verso l’Italia e le porte d’ingresso nel nostro paese. Il paradosso di Schengen.
di Alfonso Desiderio

LE BRACCIA, NON L’ANIMA: UN MODO NUOVO D’ESSERE IMMIGRATO
Una proposta che distingue fra integrazione economica e integrazione sociale: concedere a una quota di lavoratori immigrati un permesso illimitato di entrata e uscita, in modo che non si stabiliscano da noi con la famiglia.
di Giuseppe SACCO

EUROVESCOVI ED EUROISLAM
Il confronto fra cristiani e musulmani alla luce dello «scontro fra civiltà». Spunti di dialogo e ideologie muscolari a sfondo islamofobico, oggi minoritarie. Il rifiuto vaticano di battezzare la guerra preventiva si è rivelato vincente.
di Alberto MELLONI

NOI E I MUSULMANI: IL CASO FRANCESE NELL’EUROPA PLURALE
L’ipotesi di un islam «gallicano» e l’esperimento del Consiglio francese del culto musulmano. Le molto eterogenee relazioni fra Stati e culti nell’Unione Europea. La mancanza di unità nel campo islamico impone soluzioni originali. Comunitarismo e relativismo.
di Bruno ETIENNE

I MUSULMANI IN ITALIA: CHI SONO E COME CI VEDONO
Un islam diviso e disperso sul territorio, ancora largamente di prima generazione e quindi legato ai paesi di origine. Lo scenario organizzativo. Islamofobia e difficoltà nell’integrazione. I rapporti con Stato e Chiesa.
di Stefano ALLIEVI

LE FORME DEGLI ISLAM NOSTRANI
La parabola della presenza musulmana in Italia, dal IX secolo a oggi. I mille colori dell’attivismo islamico, da quello «ufficiale» e moderato alle aree di contiguità con il terrorismo. Personalità e rivalità di potere.
di Maurizio Stefanini

IL NOSTRO ISLAM IN CIFRE
Sarebbero un milione i musulmani immigrati nel nostro paese. I dati evidenziano un forte senso di appartenenza e una crescente resistenza all’integrazione fra i più giovani. Ma la religione sembra avere molto meno peso di quanto si pensi.
di Federico DI LEO

CHI SIAMO E COSA VOGLIAMO
Alcuni fra i più autorevoli ed attivi esponenti della comunità islamica nazionale rispondono alle nostre domande sulla loro identità e sui loro progetti.

MILANO, ITALIA?
Nel capoluogo lombardo si concentra una parte importante e incisiva della comunità islamica attiva nel nostro paese. Una presenza variopinta e plurale, in cui il radicalismo appare ancora minoritario. Le associazioni femminili e quelle giovanili.
di Elisa MARINCOLA

NEL LABIRINTO DI TORINO
Nel capoluogo piemontese prevalgono i marocchini, seguiti dai balcanici. Il precario inserimento nel mondo del lavoro. La Moschea della Pace e i principali luoghi di preghiera. Le connessioni con i seguaci di Osama.
di Elisa MARINCOLA e Cecilia Tosi

CENTOCELLE, PROVE TECNICHE DI INTEGRAZIONE
L’esperienza della più frequentata moschea romana, fondata da profughi tunisini. Oggi è un laboratorio di dibattito e di apertura al mondo non islamico. I giovani cercano di emanciparsi dall’ipoteca dell’islam politico e guardano al sufismo.
di Aicha AZIZI

SICILIAN CONNECTION: COSÌ COLLABORANO MAFIOSI E JIHADISTI
Verso la più meridionale delle nostre regioni premono i grandi flussi migratori provenienti da sud. Le radici e i caratteri di un’antica presenza araba e islamica. Le connessioni tra terrorismo jihadista e Cosa nostra, cementate dai traffici illegali.
di Piero Messina

«Come vorremmo studiare il Mediterraneo»
Alla tavola rotonda partecipano Nicola, Federico, Antonio, Stefania, Chiara, Cristina. A cura di Federica ARACO.

ISLAMOFOBIA E RADICALISMO, UNA COPPIA PERFETTA
Dopo l’11 settembre molti musulmani percepiscono la crescente paura e il rifiuto degli italiani e ne scontano gli effetti. I modesti, talvolta controproducenti risultati delle inchieste giudiziarie. L’estremismo islamico ne trae conferma e vantaggio.
di Franz Gustincich

IL FASCINO DI BARBÈS
Viaggio nello storico quartiere arabo della capitale francese, ormai sempre più multietnico. Le moschee en plein aire le diverse colorazioni dell’islam. Il difficile rapporto con lo Stato. «Zidane è il nostro eroe!».
di Antonella Caruso

LA RIVELAZIONE DEL VELO
Nella Francia divisa dalla legge sui simboli religiosi, crescono nuovi movimenti di giovani musulmani, decisi a uscire dai ghetti e a far valere i loro diritti. La sordità dei politici e il bigottismo degli integralisti islamici. Frattura sociale e clivage generazionale.
di Ghazi HIDOUCI

VIAGGIO IN ANDALUSIA, CUORE ANTICO DELL’ISLAM EUROPEO
Alla ricerca della Spagna musulmana, nella sua regione di origine. L’invadenza degli imam wahhabiti e la questione delle «moschee-garage». Il mito dell’«invasione» islamica. Ritorno a Granada. La disputa sulla moschea-cattedrale di Córdoba.
di Margherita Paolini

IN BELGIO È L’ORA DEI RADICALI
Malgrado gli ambigui tentativi di integrazione da parte dello Stato, i giovani islamici sono sensibili alle prediche dei fondamentalisti. Le discriminazioni sociali alimentano la tensione con gli «autoctoni». I partiti islamici e le provocazioni del Vlaams Blok.
di Jan DE VOLDER

LA PARABOLA DEL LONDONISTAN
Per anni santuario europeo dell’islam politico, Londra corre ai ripari. Privati della sponda afghana e colpiti duramente dalle autorità, i vari gruppi islamisti sono costretti a fare i conti con la prospettiva di un nuovo esilio.
di Dominique THOMAS

BALCANI IN SALSA JIHADISTA
L’eredità delle guerre jugoslave rivisitata alla luce dell’11 settembre. Le connessioni fra bin Laden e il regime di Izetbegović si rivelano sempre più profonde. Il caso Fazlić. I traffici fra le leadership bosniache, serbe e croate e le loro ramificazioni criminali.
di Edin AVDIĆ

IL PONTE SUL BOSFORO
Diciassette anni di anticamera hanno fiaccato l’europeismo turco. Il premier Erdoğan, a dispetto degli allarmismi della prima ora, porta avanti un progetto di «islam sostenibile». Le responsabilità dei militari nell’ascesa del movimento islamico.
di Paola PIZZO

L’IMPORTANZA DI ESSERE KAZAKISTAN
Come nasce e si sviluppa un nuovo gigante eurasiatico, figlio della frantumazione dell’Urss. La priorità della difesa dell’integrità territoriale di uno spazio multietnico. La geopolitica energetica e il sogno del Pipelinistan.
di Fabrizio VIELMINI

IL REBUS CENTRASIATICO
Orfane del sistema di sicurezza sovietico, afflitte da endemica instabilità, oggetto degli appetiti petroliferi delle grandi potenze, le repubbliche centrasiatiche cercano nel rapporto privilegiato con la «grande madre» Russia una garanzia di sopravvivenza.
di Farkhad KHAMRAEV

IL BOOMERANG AMERICANO
La massiccia presenza militare in Asia centrale potrebbe rivelarsi per Washington un fattore di debolezza. L’etichetta di «potenza imperiale» non le giova in una regione molto instabile. L’incognita del Triangolo Russia-Cina-India.
di Konstantin SYROEZHKIN

I PARADOSSI DELLA GUERRA AL TERRORISMO
Le conseguenze del conflitto in corso sull’ordine globale. Perché il Medio Oriente non può essere il paradigma di un nuovo sistema internazionale. L’emergere di nuovi sottosistemi e il problema dei vuoti di potenza.
di Vittorio Emanuele PARSI

EBREI A MILANO, UNA DIASPORA MULTIETNICA
Dall’epoca romana a oggi, la parabola di un’importante comunità ebraica italiana, particolarmente mista per origini geografiche e culturali. Un gruppo di 6.350 iscritti minacciato dalla crisi demografica. Le diverse anime e i temi di disputa. Chi è ebreo?
di Alberto CASTALDINI

I CLAN CRIMINALI ALLA CONQUISTA DEL BASSO LAZIO
Nelle aree meridionali della provincia di Latina gli ultimi anni hanno segnato l’espansione della camorra e di altre forme di criminalità organizzata. Dagli appalti alla droga fino all’ecomafia: i casi di Gaeta, Formia, Fondi.
di Luigi AMBROSINO

Marconia – Viaggio per le città del Duce – 24
Viaggio per le città del Duce – 24
di Antonio Pennacchi

 

Condizioni di vendita per il libro "Limes n. 3/2004: IL NOSTRO ISLAM. I musulmani d’Europa - Separati in casa? - I circuiti dei terroristi - [NUOVO]":
>>>> ULTERIORI DETTAGLI E/O FOTO A RICHIESTA <<<<

Pagamenti accettati:
- bonifico bancario (preferito)
- Satispay
- ricarica PostePay
- PayPal

Spese di spedizione:
Piego di libri ordinario 0-2 Kg: € 1,50
Piego di libri ordinario 2-5 Kg: € 4,00
Piego di libri raccomandato 0-2 Kg: € 4,80
Piego di libri raccomandato 2-5 Kg: € 7,50
Corriere: € 6,50


Per una maggiore sicurezza
richiedi una spedizione tracciabile
(come il Piego di Libri  Raccomandato)
e un recapito telefonico
 

Invia la tua richiesta per "Limes n. 3/2004: IL NOSTRO ISLAM. I musulmani d’Europa - Separati in casa? - I circuiti dei terroristi - [NUOVO]"

il tuo nome e cognome


 

il tuo indirizzo email
verifica attentamente che l'indirizzo sia corretto, altrimenti il venditore non potrà ricontattarti.


 

Chiedo INFORMAZIONI su questo libro
Desidero iniziare una TRATTATIVA
Desidero ACQUISTARE questo libro

Scrivi qui la tua richiesta:

se vuoi acquistare il libro, scrivi il tuo indirizzo per la spedizione

Non inserire link a siti esterni

IMPORTANTE
 LEGGERE MOLTO ATTENTAMENTE 

LIBRI DI SCUOLA, ma non solo

Per l'acquisto dei libri è VIVAMENTE CONSIGLIATO, onde evitare truffe, attenersi a questa semplice procedura:

  • richiedere una spedizione tracciabile (piego di libri raccomandato) ed esigere il codice per la tracciabilità
  • richiedere esclusivamente un sistema di pagamento sicuro (Paypal), non una ricarica Postepay
  • non utilizzare mai la formula "invia denaro a Familiari/Amici"
    il venditore non pagherà le commissioni ma tu non potrai avere la protezione acquirenti e quindi non potrai eventualmente aprire una contestazione e chiedere il rimborso
  • se non viene fornito il codice di tracciabilità E IL LIBRO NON ARRIVA, entro 45 giorni aprire una contestazione su Paypal per avere il rimborso

  • VERIFICARE IL CODICE ISBN DEL LIBRO

 
1) Una copia del messaggio verrà inoltrata anche a te per confermarti l'invio.
Poichè l'email potrebbe essere contrassegnata come spam, ti preghiamo di aggiungere *@comprovendolibri.it alla tua "lista bianca"
Se non la ricevi, verifica di aver inserito correttamente il tuo indirizzo email.

2) Controlla sempre le segnalazioni prima di effettuare il pagamento

3) Ricordiamo che la spedizione con "PIEGO DI LIBRI ORDINARIO" risulta essere NON TRACCIABILE e  quindi non da diritto ad alcun codice per monitorare lo stato di giacenza del pacco durante il suo spostamento. I tempi di consegna variano da 2 a 45 giorni.
Se chiedi la spedizione con "Piego di Libri ordinario", dichiari di accettare tutti i rischi e i pericoli, quali possono essere smarrimenti, furti, mancati recapiti da parte di portalettere appartenenti a Poste Italiane e di sollevare il venditore da ogni responsabilità inerente a queste problematiche in quanto non dipendenti dal suo operato.
NON SONO ACCETTATI FEEDBACK O SEGNALAZIONI INERENTI A QUESTA PROBLEMATICA.


D.LGS 205/2006 - D.LGS 21/2014
Aggiornato al 13 giugno 2014

Articolo 3
Definizioni

1. Ai fini del presente codice ove non diversamente previsto, si intende per :
a) consumatore o utente: la persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta ;
...
c) professionista: la persona fisica o giuridica che agisce nell'esercizio della propria attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale, ovvero un suo intermediario;

Articolo 63
Passaggio del rischio
1. Nei contratti che pongono a carico del professionista l’obbligo di provvedere alla spedizione dei beni il rischio della perdita o del danneggiamento dei beni, per causa non imputabile al venditore, si trasferisce al consumatore soltanto nel momento in cui quest’ultimo, o un terzo da lui designato e diverso dal vettore, entra materialmente in possesso dei beni.
2. Tuttavia, il rischio si trasferisce al consumatore gia’ nel momento della consegna del bene al vettore qualora quest’ultimo sia stato scelto dal consumatore e tale scelta non sia stata proposta dal professionista, fatti salvi i diritti del consumatore nei confronti del vettore.

gazzettaufficiale.it
Codiceconsumo.pdf

Se hai letto attentamente

per "Limes n. 3/2004: IL NOSTRO ISLAM. I musulmani d’Europa - Separati in casa? - I circuiti dei terroristi - [NUOVO]"

 

 

 

 




 
   
Contatti: staff@comprovendolibri.it
Segnalazione errori: assistenza@comprovendolibri.it
Informativa sulla Privacy (GDPR) e utilizzo dei cookies
rel. 6.5 Copyright 2000-20 SARAIN MARCO - Padova (IT) - p.IVA 05180180282