Accedi o Registrati
 
Librifolli - Alessandria
Titolo 
Autore 

 
ricerca avanzata
ricerca multipla


 

ricerca avanzata         ricerca multipla

BIBLIOTECA DI BABELE

Comprovendolibri.it utilizza cookies e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookies, consulta la nostra Informativa sulla Privacy e l'utilizzo dei cookies.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookies
.

chiudi
Comprovendodischi.it



Porta in Alto









 
Misopogon Libri Usati







 

 

 
 
DIARIO DI UN TESTIMONE COLPEVOLE
 

€ 9,00

DIARIO DI UN TESTIMONE COLPEVOLE

€ 9,00

 

DIARIO DI UN TESTIMONE COLPEVOLE
 

Autore: Thomas Merton
Editore: Garzanti
Anno:1992
Collana: I libri di Thomas Merton
Condizioni: OTTIME CONDIZIONI
Categoria: SPIRITUALITÀ - TEOLOGIA
ID titolo:61363584

"DIARIO DI UN TESTIMONE COLPEVOLE" è in vendita da giovedì 28 febbraio 2019 alle 09:00 in provincia di Bergamo

Note su "DIARIO DI UN TESTIMONE COLPEVOLE":
In brossura. 348 pagine. Trad. di Gino Rampini.
Dal “Diario di un testimone colpevole”
Essenziale della fede cristiana è che colui che rinuncia alla sua illusoria autonomia individuale allo scopo di ricevere il suo vero essere e la sua vera libertà in Cristo e per mezzo di Cristo, è “giustificato”, dalla misericordia di Dio sulla Croce di Cristo. I suoi “peccati sono perdonati” nella misura in cui la radice della colpa viene sradicata nella resa che la fede fa a Cristo. Invece di tenermi la mia illusoria autonomia, io rinuncio per Cristo a tutti i miei diritti su di me nella speranza che con il suo Spirito, che è Spirito e Vita della sua Chiesa, Egli vivrà in me e agirà in me e, una volta diventato una sola cosa con Lui, trovata la mia vera identità in Lui, io agirò esclusivamente come membro del suo Corpo e fedele cittadino del suo Regno. La Chiesa è il luogo in cui questa rinuncia all’autonomia individuale diventa reale, garantita dalla verità dello Spirito e dal suo amore, nonché dal perdono dei peccati: poiche la Chiesa stessa assume su di sé tutti i peccati dell’uomo. La Chiesa confessa immediatamente come suoi i peccati di tutti gli uomini, e riceve in sé la misericordia che è offerta a tutti gli uomini. Ma se invece di confessare i peccati del mondo che si è presi su di sé, la Chiesa - o un gruppo di cristiani che si arroghi il nome di “Chiesa” - diventasse un meccanismo sociale di autogiustificazione? Se questa “Chiesa”, che in realtà non è affatto una Chiesa, si assumesse la funzione di dichiarare tutti gli altri colpevoli e i peccati dei suoi membri atti di virtù? Se diventasse una macchina così perfetta e impeccabile da potersi dichiarare senza peccato? Se fornisse agli uomini il modo di sapere quando devono e quando non devono accusarsi di qualcosa dinanzi a Dio? Se in luogo della coscienza fornisse agli uomini il sostegno di un’approvazione o di una disapprovazione unanime di gruppo? Questi interrogativi spiegano come qualcuno possa comrnettere un assassinio in nome di Cristo e credersi non colpevole, anzi congratularsi con sé stesso per aver servito Cristo così bene. Per un uomo simile la funzione della “Chiesa” è di fornire un ambiente in cui uno può decidere quando è e quando non è colpevole, che cosa è e che cosa non è peccato. La “Chiesa” diventa semplicemente un luogo dove gli uomini si radunano per decretare che gli altri sono colpevoli e che loro sono innocenti. Se poi gli altri, a loro volta, li accusano di ipocrisia e di flagrante infedeltà alla verità, non fa che confermarli nella loro intima convinzione di essere nel giusto. La “Chiesa” in tal caso diventa una macchina per acquietare una coscienza inquieta; una macchina perfettamente efficiente per fabbricare l’autocompiacimento e la pace interiore! È caratteristica del pseudocristianesimo che, mentre pretende di essere giustificato da Dio, dalla fede, o dalle opere di fede e di carità, fa semplicemente funzionare una macchina per scusare il peccato invece di confessarlo e perdonarlo, una macchina per produrre la sensazione di essere nel giusto e che tutti gli altri sono peccatori. Se diventa un espediente per commettere un assassinio, sia mediante linciaggio sia mediante una tirannia inquisitoria, ecco che l’assassinio diventa un atto di santa giustizia. Opprimere e perseguitare gli altri diventa un’affermazione della propria libertà religiosa e del proprio coraggio dinanzi a Dio, un segno di forza cristiana. E come viene rafforzata questa fede? Come vengono confermati i fratelli nella loro testimonianza? Con la ripetizione di questi atti eccitanti, violenti e drammatici che gli “estranei” denunciano come delitti e atti colpevoli. Il modo per dimostrare a sé stesso di essere virtuoso e non criminale consiste nel rinnovare l’atto, ripeterlo in continuazione e, se necessario, farsi processare e assolvere da un giuri di pari della stessa congrega e così provare che l’atto non era criminale ma giusto e santo. In tal modo la decisione di pervertire la coscienza cristiana diventa a poco a poco una funzione della “Chiesa”, forse anche la sua prima funzione. E questa diventa, inevitabilmente, il segno del giudizio di Dio su quella “Chiesa”. La spaventosa innocenza di questi “giusti” sta scritta sulla loro fronte come il marchio di Caino, il marchio di uno che nessuno puo toccare, perché è messo da parte per l’inferno.

 

Cerca il titolo su

           

 

Chiedi un contatto per avere informazioni o eventuale acquisto del libro:
"DIARIO DI UN TESTIMONE COLPEVOLE"
Utente verificato feyerabend Telefono disponibile
vende "DIARIO DI UN TESTIMONE COLPEVOLE"  di Thomas Merton in provincia di Bergamo

Segui     Controlla le segnalazioni

Ha utilizzato Comprovendolibri oggi.

feedback positivi 1084 positivi    feedback negativi 1 negativi    

feedback positivi 1084 positivi
feedback negativi 1 negativi

Vedi tutti i Feedback

Tempo medio di risposta del venditore: entro 5 ore  (calcolato su 750 compravendite)

Informazioni sul venditore:
SPIRITUALITÀ - TEOLOGIA. In brossura. 348 pagine. Trad. di Gino Rampini.
Dal “Diario di un testimone colpevole”
Essenziale della fede cristiana è che colui che rinuncia alla sua illusoria autonomia individuale allo scopo di ricevere il suo vero essere e la sua vera libertà in Cristo e per mezzo di Cristo, è “giustificato”, dalla misericordia di Dio sulla Croce di Cristo. I suoi “peccati sono perdonati” nella misura in cui la radice della colpa viene sradicata nella resa che la fede fa a Cristo. Invece di tenermi la mia illusoria autonomia, io rinuncio per Cristo a tutti i miei diritti su di me nella speranza che con il suo Spirito, che è Spirito e Vita della sua Chiesa, Egli vivrà in me e agirà in me e, una volta diventato una sola cosa con Lui, trovata la mia vera identità in Lui, io agirò esclusivamente come membro del suo Corpo e fedele cittadino del suo Regno. La Chiesa è il luogo in cui questa rinuncia all’autonomia individuale diventa reale, garantita dalla verità dello Spirito e dal suo amore, nonché dal perdono dei peccati: poiche la Chiesa stessa assume su di sé tutti i peccati dell’uomo. La Chiesa confessa immediatamente come suoi i peccati di tutti gli uomini, e riceve in sé la misericordia che è offerta a tutti gli uomini. Ma se invece di confessare i peccati del mondo che si è presi su di sé, la Chiesa - o un gruppo di cristiani che si arroghi il nome di “Chiesa” - diventasse un meccanismo sociale di autogiustificazione? Se questa “Chiesa”, che in realtà non è affatto una Chiesa, si assumesse la funzione di dichiarare tutti gli altri colpevoli e i peccati dei suoi membri atti di virtù? Se diventasse una macchina così perfetta e impeccabile da potersi dichiarare senza peccato? Se fornisse agli uomini il modo di sapere quando devono e quando non devono accusarsi di qualcosa dinanzi a Dio? Se in luogo della coscienza fornisse agli uomini il sostegno di un’approvazione o di una disapprovazione unanime di gruppo? Questi interrogativi spiegano come qualcuno possa comrnettere un assassinio in nome di Cristo e credersi non colpevole, anzi congratularsi con sé stesso per aver servito Cristo così bene. Per un uomo simile la funzione della “Chiesa” è di fornire un ambiente in cui uno può decidere quando è e quando non è colpevole, che cosa è e che cosa non è peccato. La “Chiesa” diventa semplicemente un luogo dove gli uomini si radunano per decretare che gli altri sono colpevoli e che loro sono innocenti. Se poi gli altri, a loro volta, li accusano di ipocrisia e di flagrante infedeltà alla verità, non fa che confermarli nella loro intima convinzione di essere nel giusto. La “Chiesa” in tal caso diventa una macchina per acquietare una coscienza inquieta; una macchina perfettamente efficiente per fabbricare l’autocompiacimento e la pace interiore! È caratteristica del pseudocristianesimo che, mentre pretende di essere giustificato da Dio, dalla fede, o dalle opere di fede e di carità, fa semplicemente funzionare una macchina per scusare il peccato invece di confessarlo e perdonarlo, una macchina per produrre la sensazione di essere nel giusto e che tutti gli altri sono peccatori. Se diventa un espediente per commettere un assassinio, sia mediante linciaggio sia mediante una tirannia inquisitoria, ecco che l’assassinio diventa un atto di santa giustizia. Opprimere e perseguitare gli altri diventa un’affermazione della propria libertà religiosa e del proprio coraggio dinanzi a Dio, un segno di forza cristiana. E come viene rafforzata questa fede? Come vengono confermati i fratelli nella loro testimonianza? Con la ripetizione di questi atti eccitanti, violenti e drammatici che gli “estranei” denunciano come delitti e atti colpevoli. Il modo per dimostrare a sé stesso di essere virtuoso e non criminale consiste nel rinnovare l’atto, ripeterlo in continuazione e, se necessario, farsi processare e assolvere da un giuri di pari della stessa congrega e così provare che l’atto non era criminale ma giusto e santo. In tal modo la decisione di pervertire la coscienza cristiana diventa a poco a poco una funzione della “Chiesa”, forse anche la sua prima funzione. E questa diventa, inevitabilmente, il segno del giudizio di Dio su quella “Chiesa”. La spaventosa innocenza di questi “giusti” sta scritta sulla loro fronte come il marchio di Caino, il marchio di uno che nessuno puo toccare, perché è messo da parte per l’inferno.

 

Condizioni di vendita per il libro "DIARIO DI UN TESTIMONE COLPEVOLE":
PAGAMENTI:
- POSTEPAY
- P2P POSTEPAY
- BONIFICO BANCARIO (da c/c bancari)
- PAYPAL (soltanto quando la spedizione è raccomandata, l’importo del libro superiore ai 10 euro e non si è goduto di sconti)
- PAYPAL (familiari e amici) in tutti gli altri casi

NO SCAMBI
NO RICARICHE TELEFONICHE
NO CONTRASSEGNO
SPEDIZIONI:
SPESE DI SPEDIZIONE "PIEGHI DI LIBRI" + confezionamento (con buste imbottite a bolle d’aria):
0-2 Kg Ordinario 2,00 € Raccomandato 5,00 €
2-5 Kg Ordinario 4,00 € Raccomandato 8,00 €
NOTA BENE1: i prezzi di spedizione sono comprensivi del confezionamento con busta a bolle.
NOTA BENE2: le spedizioni "pieghi di libri" ordinarie non sono tracciabili.
TEMPI DI RICEZIONE:
Contrariamente a quanto affermato dalle poste italiane sul loro sito, la consegna dei "pieghi di libri" con spedizione ordinaria non avviene di fatto mai in 5 gg. lavorativi.
I tempi mediamente sono di circa 15/20 gg. lavorativi , ma spesso anche molti di più (40/50 gg.)
I pieghi di libri “ordinari” hanno il vantaggio di essere economici e sicuri ma non bisogna avere fretta. Nel qual caso è meglio scegliere la spedizione raccomandata.
Pertanto non chiedetemi informazioni sulle tempistiche di consegna relative al vostro acquisto , poiché ne so quanto voi. E a maggior ragione non chiedetemi se e quando ho spedito il libro:
IO SPEDISCO SEMPRE TUTTI I GIORNI !

PACCO ORDINARIO (TRACCIABILE)
Tempi di consegna 4/5 gg lavorativi:
0-5 kg.: 9,00 euro
5-10 kg: 11,00 euro
10-20 kg: 15,00 euro

N.B.: La spedizione si effettua il giorno lavorativo successivo al ricevimento o notifica del pagamento.
Una volta rilasciati gli estremi per il pagamento si prega di effettuare il versamento entro 48 ore. Se trascorso tale tempo non ricevo alcuna comunicazione da parte dell’acquirente i libri possono essere rimessi in vendita senza preavviso. In ogni caso e’ auspicabile, oltre che sintomo di educazione, che il richiedente comunichi al venditore il venir meno dell’intenzione di acquisto.

Mia personale scala di valutazione (piu’ dettagliata):
- NUOVO
- PARI AL NUOVO: indistinguibile dal nuovo
- PERFETTE: impercettibili segni d’uso
- ECCELLENTI: lievissimi segni d’uso
- OTTIME: lievi segni d’uso
- BUONE: modesti segni d’uso
ma perfettamente integro in tutte le sue parti
- DISCRETE: segni d’uso evidenti e specificati
ma mai gravi
- NOTA: Va da sè che la valutazione sulle condizioni dei libri è inevitabilmente personale.
Personalmente, oltre che alla normale oggettiva valutazione visiva, tengo anche conto dell’età del libro (Es.: un libro in "ottime condizioni" con pochi mesi di vita non può essere uguale a un libro in "ottime condizioni" ma vecchi di alcuni decenni)
- NOTA BENE 1: tutti i libri che vendo sono nelle condizioni descritte (spesso migliori). Pertanto se volete chiedermi in che condizioni si trovano, vi rispondero’ volentieri, ma non aggiungero’ nulla che non sia gia’ specificato nella descrizione a vostra disposizione.
- NOTA BENE 2: Pongo sempre la massima cura
nel controllo dei libri, prima dell’inserimento alla vendita. Ma a volte potrebbe sfuggire qualcosa (sottilineature non viste nelle pagine interne, pagine mancati, etc). Non ci sono problemi! accetto il reso a spese mie!
-NOTA BENE 3: Il programma che usa COMPROVENDOLIBRI non legge le parole con 2 o 3 lettere. Pertanto se la parola corta attiene al titolo potete farlo precedere dal nome dell’autore. Se attiene all’autore provate con la "ricerca avanzata" inserendo più filtri.
Per quanto mi riguarda potete chiedermi un elenco completo e ve lo spedirò volentieri.








Spese di spedizione:
Piego di libri ordinario 0-2 Kg: € 2,00
Piego di libri ordinario 2-5 Kg: € 4,00
Piego di libri raccomandato 0-2 Kg: € 5,00
Piego di libri raccomandato 2-5 Kg: € 8,00


Per una maggiore sicurezza
richiedi una spedizione tracciabile
(come il Piego di Libri  Raccomandato)
e un recapito telefonico
 

Invia la tua richiesta per "DIARIO DI UN TESTIMONE COLPEVOLE"

il tuo nome e cognome


 

il tuo indirizzo email
verifica attentamente che l'indirizzo sia corretto, altrimenti il venditore non potrà ricontattarti.


 

Chiedo INFORMAZIONI su questo libro
Desidero iniziare una TRATTATIVA
Desidero ACQUISTARE questo libro

Scrivi qui la tua richiesta:

se vuoi acquistare il libro, scrivi il tuo indirizzo per la spedizione

Non inserire link a siti esterni

IMPORTANTE:  LEGGERE MOLTO ATTENTAMENTE  

LIBRI DI SCUOLA, ma non solo

Per l'acquisto dei libri è VIVAMENTE CONSIGLIATO, onde evitare truffe, attenersi a questa semplice procedura:

  • richiedere una spedizione tracciabile (piego di libri raccomandato) ed esigere il codice per la tracciabilità
  • richiedere esclusivamente un sistema di pagamento sicuro (Paypal), non una ricarica Postepay
  • non utilizzare mai la formula "invia denaro a Familiari/Amici"
    il venditore non pagherà le commissioni ma tu non potrai avere la protezione acquirenti e quindi non potrai eventualmente aprire una contestazione e chiedere il rimborso
  • se non viene fornito il codice di tracciabilità E IL LIBRO NON ARRIVA, entro 45 giorni aprire una contestazione su Paypal per avere il rimborso

  • VERIFICARE IL CODICE ISBN DEL LIBRO

 
1) Una copia del messaggio verrà inoltrata anche a te per confermarti l'invio.
Poichè l'email potrebbe essere contrassegnata come spam, ti preghiamo di aggiungere *@comprovendolibri.it alla tua "lista bianca"
Se non la ricevi, verifica di aver inserito correttamente il tuo indirizzo email.

2) Controlla sempre le segnalazioni prima di effettuare il pagamento

3) Ricordiamo che la spedizione con "PIEGO DI LIBRI ORDINARIO" risulta essere NON TRACCIABILE e  quindi non da diritto ad alcun codice per monitorare lo stato di giacenza del pacco durante il suo spostamento. I tempi di consegna variano da 2 a 45 giorni.
Se chiedi la spedizione con "Piego di Libri ordinario", dichiari di accettare tutti i rischi e i pericoli, quali possono essere smarrimenti, furti, mancati recapiti da parte di portalettere appartenenti a Poste Italiane e di sollevare il venditore da ogni responsabilità inerente a queste problematiche in quanto non dipendenti dal suo operato.
NON SONO ACCETTATI FEEDBACK O SEGNALAZIONI INERENTI A QUESTA PROBLEMATICA.


D.LGS 205/2006 - D.LGS 21/2014
Aggiornato al 13 giugno 2014

Articolo 3
Definizioni

1. Ai fini del presente codice ove non diversamente previsto, si intende per :
a) consumatore o utente: la persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta ;
...
c) professionista: la persona fisica o giuridica che agisce nell'esercizio della propria attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale, ovvero un suo intermediario;

Articolo 63
Passaggio del rischio
1. Nei contratti che pongono a carico del professionista l’obbligo di provvedere alla spedizione dei beni il rischio della perdita o del danneggiamento dei beni, per causa non imputabile al venditore, si trasferisce al consumatore soltanto nel momento in cui quest’ultimo, o un terzo da lui designato e diverso dal vettore, entra materialmente in possesso dei beni.
2. Tuttavia, il rischio si trasferisce al consumatore gia’ nel momento della consegna del bene al vettore qualora quest’ultimo sia stato scelto dal consumatore e tale scelta non sia stata proposta dal professionista, fatti salvi i diritti del consumatore nei confronti del vettore.

gazzettaufficiale.it
Codiceconsumo.pdf

Se hai letto attentamente

per "DIARIO DI UN TESTIMONE COLPEVOLE"

 

 

 

 




 
   
Contatti: staff@comprovendolibri.it
Segnalazione errori: assistenza@comprovendolibri.it
Informativa sulla Privacy (GDPR) e utilizzo dei cookies
rel. 6.5 Copyright 2000-20 SARAIN MARCO - Padova (IT) - p.IVA 05180180282