Accedi o Registrati
Librifolli - Alessandria
Titolo 
Autore 

 
ricerca avanzata
ricerca multipla
ricerca avanzata | ricerca multipla    
Porta in Alto

Comprovendolibri.it utilizza cookies e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookies, consulta la nostra Informativa sulla Privacy e l'utilizzo dei cookies.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookies
.

chiudi
I libri di MSANSALONE

I libri di ELISAELUCA















 




 

 

 
I GRANATIERI DI SARDEGNA MEMORIE STORICHE DAL 1659 AL 1900  di MAGGIORE DOMENICO GUERRINI
Contatta il venditore
Utente verificato paolopr64 Telefono disponibile
vende questo libro in provincia di Parma

Ha utilizzato Comprovendolibri oggi.

Segui

Controlla le segnalazioni



Vedi i Feedback

feedback positivi 49 positivi    

Tempo medio di risposta del venditore: entro 5 ore  (calcolato su 41 compravendite)

 

Condizioni di vendita:
Pagamenti accettati : Pagamento anticipato tramite Bonifico bancario o ricarica Postepay.

Invio tramite spedizioni raccomandate tracciabili ( pieghi di libri), il costo da quantificare al momento dell’ordine da aggiungere al prezzo del libro.

 
Chiedi un contatto per avere informazioni o eventuale acquisto del libro:
I GRANATIERI DI SARDEGNA MEMORIE STORICHE DAL 1659 AL 1900

 

 
I GRANATIERI DI SARDEGNA MEMORIE STORICHE DAL 1659 AL 1900
 

Autore: MAGGIORE DOMENICO GUERRINI
Editore: ristampate a cura del 1° reggimento granatieri di Sardegna - RomA
Anno:1969
collana: Seconda edizione
Condizioni: OTTIME CONDIZIONI
Categoria: MILITARI MILITARIA MONOGRAFIA I GRANATIERI DI SARDEGNA CORPI DI ELITE
ID titolo:52557119

"I GRANATIERI DI SARDEGNA MEMORIE STORICHE DAL 1659 AL 1900" è in vendita da lunedì 11 giugno 2018 alle 14:38 in provincia di Parma

Note :
« La brigata dei Granatieri di Sardegna queste sue memorie storiche ai passati che le fecero gloriose consacra ai venturi perché degnamente le continuino raccomanda »
Il Corpo dei ’’Granatieri di Sardegna’’ è il corpo militare più antico d’Italia, le cui tradizioni attualmente sono state ereditate dalla Brigata meccanizzata Granatieri di Sardegna, una grande unità dell’Esercito Italiano, di stanza a Roma. Alle Bandiere dei reggimenti della specialità sono state conferite complessivamente 3 Croci di cavaliere dell’Ordine Militare d’Italia e 13 medaglie al valor militare (4 d’oro, 7 d’argento e 2 di bronzo). ’’ I Granatieri ’’ derivano dall’antico Reggimento delle guardie reali creato nel 1659 dal duca Carlo Emanuele II di Savoiache proseguendo e affermando le riforme militari iniziate da Emanuele Filiberto, volle la costituzione di un esercito permanente di pace, come nucleo dell’esercito di guerra. Il primo reggimento di tale esercito fu il reggimento di ’’Guardia’’ o delle ’’Guardie’’, costituito il 18 aprile 1659, al quale risalgono le origini dei granatieri italiani. Il reggimento ebbe uniforme rossa, sulla quale vennero in seguito applicati gli alamari bianchi, distintivi attuali dei granatieri. Nel 1664 il reggimento di guardia fu dichiarato il primo e il più anziano della fanteria d’ordinanza ed ebbe speciali privilegi, che conservò sino al 1852, tra cui quello di montare la guardia al palazzo del principe. L’appellativo ’’granatieri’’ deriva dal fatto che, nel 1685, in relazione all’invenzione di piccole granate a mano atte al lancio individuale a breve distanza e a imitazione dell’esercito francese, il Duca Vittorio Amedeo II di Savoia istituì la specialità dei soldati granatieri , addestrati e destinati a lanciare tali granate, precedendo le colonne d’attacco, assegnando ad ogni compagnia del reggimento sei soldati incaricati di lanciare allo scoperto le granate. Nel 1685 venne assegnata una compagnia per reggimento e nel 1696 una compagnia per ogni battaglione di fanteria d’ordinanza. Per ottenere che le granate venissero lanciate alla maggiore distanza possibile, furono scelti come granatieri uomini più forti e più alti della media, requisito mantenuto per tradizione, anche quando cadde l’uso del lancio delle granate a mano. Durante le campagne del 1796 del Piemonte contro la Repubblica Francese, furono formati battaglioni granatieri, riunendo le compagnie dei vecchi reggimenti, e varî reggimenti (cinque nel 1796), riunendo i battaglioni a due a due. All’atto della ricostituzione delle forze militari piemontesi, che tra il 1798 e il 1814 erano state variamente sciolte e incorporate in quelle francesi, il re Vittorio Emanuele I ricostituì, tra l’estate 1813 e l’inizio del 1815, il Reggimento delle ’’Guardie’’, assumendone il comando. I granatieri presero parte a tutte le campagne Risorgimentali ( 1848 - 1859 - 1866), Nel 1871 tutte le brigate di granatieri furono trasformate in brigate di fanteria di linea, a eccezione della brigata Granatieri di Sardegna, la quale seguì, da quel momento, l’evoluzione organica delle unità di fanteria di linea. Sciolta il 25 ottobre 1871, unitamente alle altre brigate permanenti, la brigata venne ricostituita il 2 gennaio 1881 riunendo ancora il 1° e 2º Reggimento Granatieri. Nel 1902 Vittorio Emanuele III fece trasferire i due reggimenti Granatieri a Roma, lasciando le sedi di Parma e Piacenza. L’adozione della divisa grigio verde, pochi anni dopo, causò la perdita degli alamari che rimasero solo sull’alta uniforme da parata (essi comunque vengono riprodotti, stilizzati, sulle mostrine). I Granatieri parteciparono guerra italo-turca che avrebbe portato alla conquista italiana della Libia e nel 1912, con due battaglioni della brigata Granatieri, venne costituito, per pochi mesi, il Reggimento ’’Granatieri di Libia’’.
Legatura tutta tela editoriale rossa con titoli , fregio , cornicine in oro ai piatti e dorso, Formato in 8° cm. 17 x 24, 5 , pagine 823 , centinaia di disegni, schizzi, ritratti , mappe intercalate n/t , 7 tavole su carta patinata f/t , di cui 5 a tutta pagina al solo recto ( una seppia e quattro a colori) e 2 a tutta pagina in b/n. Condizioni usato, normali segni del tempo , legatura solidissima, condizioni perfette, eccellente esemplare da collezione. Dedica alla prima bianca tra ’’Ufficiali’’.
Il presente volume fa parte della mia collezione personale.


Cerca il titolo su

           

 


Per una maggiore sicurezza
richiedi una spedizione tracciabile
(come il Piego di Libri  Raccomandato)
e un recapito telefonico
 

Invia la tua richiesta

il tuo nome e cognome

il tuo indirizzo email


verifica attentamente che l'indirizzo sia corretto, altrimenti il venditore non potrà ricontattarti.

Chiedo INFORMAZIONI su questo libro
Desidero iniziare una TRATTATIVA per questo libro
Desidero ACQUISTARE questo libro

Scrivi qui la tua richiesta:

se vuoi acquistare il libro, scrivi il tuo indirizzo per la spedizione

Non inserire link a siti esterni

IMPORTANTE:  LEGGERE MOLTO ATTENTAMENTE  

LIBRI DI SCUOLA

Per l'acquisto di libri di scuola è VIVAMENTE CONSIGLIATO, onde evitare truffe, attenersi a questa semplice procedura:

  • richiedere una spedizione tracciabile (piego di libri raccomandato) ed esigere il codice per la tracciabilità
  • richiedere esclusivamente un sistema di pagamento sicuro (Paypal), non una ricarica Postepay
  • non utilizzare mai la formula "invia denaro a Familiari/Amici"
    il venditore non pagherà le commissioni ma tu non potrai avere la protezione acquirenti e quindi non potrai eventualmente aprire una contestazione e chiedere il rimborso
  • se non viene fornito il codice di tracciabilità E IL LIBRO NON ARRIVA, entro 45 giorni aprire una contestazione su Paypal per avere il rimborso

 
1) Una copia del messaggio verrà inoltrata anche a te per confermarti l'invio.
Poiché l'email potrebbe essere contrassegnata come spam, ti preghiamo di aggiungere *@comprovendolibri.it alla tua "lista bianca"
Se non la ricevi, verifica di aver inserito correttamente il tuo indirizzo email.

2) Controlla sempre le segnalazioni prima di effettuare il pagamento

3) Ricordiamo che la spedizione con "PIEGO DI LIBRI ORDINARIO" risulta essere NON TRACCIABILE e  quindi non da diritto ad alcun codice per monitorare lo stato di giacenza del pacco durante il suo spostamento. I tempi di consegna variano da 2 a 45 giorni.
Se chiedi la spedizione con "Piego di Libri ordinario", dichiari di accettare tutti i rischi e i pericoli, quali possono essere smarrimenti, furti, mancati recapiti da parte di portalettere appartenenti a Poste Italiane e di sollevare il venditore da ogni responsabilità inerente a queste problematiche in quanto non dipendenti dal suo operato.
NON SONO ACCETTATI FEEDBACK O SEGNALAZIONI INERENTI A QUESTA PROBLEMATICA.


D.LGS 205/2006 - D.LGS 21/2014
Aggiornato al 13 giugno 2014

Articolo 3
Definizioni

1. Ai fini del presente codice ove non diversamente previsto, si intende per :
a) consumatore o utente: la persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta ;
...
c) professionista: la persona fisica o giuridica che agisce nell'esercizio della propria attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale, ovvero un suo intermediario;

Articolo 63
Passaggio del rischio
1. Nei contratti che pongono a carico del professionista l’obbligo di provvedere alla spedizione dei beni il rischio della perdita o del danneggiamento dei beni, per causa non imputabile al venditore, si trasferisce al consumatore soltanto nel momento in cui quest’ultimo, o un terzo da lui designato e diverso dal vettore, entra materialmente in possesso dei beni.
2. Tuttavia, il rischio si trasferisce al consumatore gia’ nel momento della consegna del bene al vettore qualora quest’ultimo sia stato scelto dal consumatore e tale scelta non sia stata proposta dal professionista, fatti salvi i diritti del consumatore nei confronti del vettore.

gazzettaufficiale.it
Codiceconsumo.pdf

 

 

 

 

 
   
Contatti: staff@comprovendolibri.it
Segnalazione errori: assistenza@comprovendolibri.it
Informativa sulla Privacy (GDPR) e utilizzo dei cookies
rel. 6.5 Copyright 2000-18 SACS - Padova (IT) - p.IVA 03547010284