Accedi o Registrati
 
Librifolli - Alessandria
Titolo 
Autore 

 
ricerca avanzata
ricerca multipla


 

ricerca avanzata         ricerca multipla

ExNovoLibreria

Comprovendolibri.it utilizza cookies e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookies, consulta la nostra Informativa sulla Privacy e l'utilizzo dei cookies.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookies
.

chiudi







Abbiamo rilevato che nel tuo browser Javascript è disabilitato.

Questo blocco impedirà l'esecuzione di alcune funzioni importanti del sito.
Ti invitiamo quindi a riattivarlo.

Grazie.






 
DIECI REGOLE PER FALSIFICARE LIBRI
 

€ 100,00

DIECI REGOLE PER FALSIFICARE LIBRI

€ 100,00

 

DIECI REGOLE PER FALSIFICARE LIBRI
 

Autore: MARINO MASSIMO DE CARO
Editore: ÈINAUDITO, AMSTELODAMI
Anno:2020
Condizioni: NUOVO
Categoria: BIBLIOFILIA, EDITORIA PIRATA, FALSIFICAZIONI
ID titolo:78652351

"DIECI REGOLE PER FALSIFICARE LIBRI" è in vendita da venerdì 16 luglio 2021 alle 11:04 in provincia di Città del Vaticano

Note su "DIECI REGOLE PER FALSIFICARE LIBRI":
Dieci regole per falsificare libri scelte da Marino Massimo De Caro con una prefazione polemica di Giuliano Ferrara [Amstelodami], Èinaudito, 2020, pagg. 64, ill., senza ISBN, s.i.p. stampato in 150 copie numerate a mano, di cui 125 ordinarie e 25 con custodia in plexiglas nero (numerate da I a XXV).
Esemplare della numerazione standard da XXVI a CL. IMPORTANTE: ULTIME COPIE DELLA TIRATURA ORIGINALE (NON SOGGETTA A RISTAMPE).
TIRATURA COMPLETAMENTE ESAURITA
Questo è un libretto particolare, misterioso e altamente esplosivo, considerate la tematica e l’autore, il famigerato “mostro” dei Girolamini, tanto da aver creato un certo panico al ‘Salone della Cultura’ di Milano (18-19 gennaio 2020), dove erano presenti entrambi. Un libretto falso? Vero? E in che senso? De Caro ha effettivamente scelto dieci regole per falsificare libri; Ferrara ha veramente scritto una prefazione polemica e sarcastica di suo pugno. Ma il tutto, all’insaputa di entrambi, altro non era che una performance d’arte concettuale con tema “il libro falso”. La performance è perfettamente riuscita. Il mondo della bibliofilia, dei librai e delle rispettive associazioni, dei collezionisti, degli editori e perfino della stampa specializzata, coeso e convinto, ha preso posizione. La decisione ha messo d’accordo più esigenze diverse. Infatti, analizzando il concetto di “falso” applicato al libro, si è pensato di coinvolgere un personaggio conosciuto e noto all’ambiente antiquario nazionale e internazionale, altamente controverso, come l’ex direttore dell’antica Biblioteca dei Girolamini di Napoli, Massimo De Caro. E poi di affidarsi per la prefazione a un giornalista noto per la verve particolare e polemica, immune da condizionamenti, appunto Giuliano Ferrara. Tutto ciò ha dato vita a un’opera concettuale, in multipli d’artista aventiformalibro, stampato in soli 150 esemplari. Il testo è di un ‘falsario’ (anzi più correttamente egli è il mandante di un falso, ma realizzato per suo conto da altri) con un argomento che verte sui libri falsi, stampato con un falso luogo di stampa (Amstelodami) e con al frontespizio una marca tipografica assai nota ma contraffatta (con la scritta ALD US invece del corretto AL DUS intorno all’àncora aldina, qui nella versione ‘grassa’), ossia un altro falso. L’opera quindi simboleggia il falso nel libro. Lo scopo della performance è stato quello di dimostrare che il bibliofilo, opportunamente innescato, non può fare a meno di un libro, neppure quando esso è palesemente un falso, o scritto da un falsario o non abbia dati tipografici autentici. Inoltre non essendo per sua stessa ammissione un ‘libro’, non può essere schedato come tale, non può essere ammesso nelle raccolte bibliotecarie, e neppure inserito nei cataloghi e nei repertori bibliografici. L’opera non reca prezzo di vendita, non è dotato di codici a barre o ISBN in quanto non destinata alla vendita. In tutto e per tutto esso assomiglia a un libro tradizionale, ma di fatto non lo è. E non ambisce a esserlo, perché non esiste. Da segnalare anche il bel motto latino che adorna il colophon e che tradotto suona: Nessun libro è tanto brutto da non contenere almeno qualcosa di buono. (Testo di Massimo Gatta, rivista: Charta, Gennaio 2020)


 

Cerca il titolo su

           

 

Chiedi un contatto per avere informazioni o eventuale acquisto del libro:
"DIECI REGOLE PER FALSIFICARE LIBRI"
Utente verificato collezione
vende "DIECI REGOLE PER FALSIFICARE LIBRI"  di MARINO MASSIMO DE CARO in provincia di Città del Vaticano

Segui     Controlla le segnalazioni

Ha utilizzato Comprovendolibri 6 giorni fa.

feedback positivi 12 positivi    

feedback positivi 12 positivi

Vedi tutti i Feedback

Tempo medio di risposta del venditore: entro 1 ora  (calcolato su 1 compravendita)

Informazioni sul venditore:
Collezione privata in vendita

 

Condizioni di vendita per il libro "DIECI REGOLE PER FALSIFICARE LIBRI":
Unici pagamenti accettati: Paypal e bonifico bancario.
Si spedisce unicamente con Piego di libri Raccomandato.
Non inviare proposte di acquisto a prezzi inferiori di quelli indicati.


Per una maggiore sicurezza
richiedi una spedizione tracciabile
(come il Piego di Libri  Raccomandato)
e un recapito telefonico
 

Invia la tua richiesta per "DIECI REGOLE PER FALSIFICARE LIBRI"

il tuo nome e cognome


 

il tuo indirizzo email
verifica attentamente che l'indirizzo sia corretto, altrimenti il venditore non potrà ricontattarti.


 

Chiedo INFORMAZIONI su questo libro
Desidero iniziare una TRATTATIVA
Desidero ACQUISTARE questo libro

Scrivi qui la tua richiesta:

se vuoi acquistare il libro, scrivi il tuo indirizzo per la spedizione

Non inserire link a siti esterni

IMPORTANTE
 LEGGERE MOLTO ATTENTAMENTE 

LIBRI DI SCUOLA, ma non solo

Per l'acquisto dei libri è VIVAMENTE CONSIGLIATO, onde evitare truffe, attenersi a questa semplice procedura:

  • richiedere una spedizione tracciabile (piego di libri raccomandato) ed esigere il codice per la tracciabilità
  • richiedere esclusivamente un sistema di pagamento sicuro (Paypal), non una ricarica Postepay
  • non utilizzare mai la formula "invia denaro a Familiari/Amici"
    il venditore non pagherà le commissioni ma tu non potrai avere la protezione acquirenti e quindi non potrai eventualmente aprire una contestazione e chiedere il rimborso
  • se non viene fornito il codice di tracciabilità E IL LIBRO NON ARRIVA, entro 45 giorni aprire una contestazione su Paypal per avere il rimborso

  • VERIFICARE IL CODICE ISBN DEL LIBRO

 
1) Una copia del messaggio verrà inoltrata anche a te per confermarti l'invio.
Poichè l'email potrebbe essere contrassegnata come spam, ti preghiamo di aggiungere *@comprovendolibri.it alla tua "lista bianca"
Se non la ricevi, verifica di aver inserito correttamente il tuo indirizzo email.

2) Controlla sempre le segnalazioni prima di effettuare il pagamento

3) Ricordiamo che la spedizione con "PIEGO DI LIBRI ORDINARIO" risulta essere NON TRACCIABILE e  quindi non da diritto ad alcun codice per monitorare lo stato di giacenza del pacco durante il suo spostamento. I tempi di consegna variano da 2 a 45 giorni.
Se chiedi la spedizione con "Piego di Libri ordinario", dichiari di accettare tutti i rischi e i pericoli, quali possono essere smarrimenti, furti, mancati recapiti da parte di portalettere appartenenti a Poste Italiane e di sollevare il venditore da ogni responsabilità inerente a queste problematiche in quanto non dipendenti dal suo operato.
NON SONO ACCETTATI FEEDBACK O SEGNALAZIONI INERENTI A QUESTA PROBLEMATICA.


D.LGS 205/2006 - D.LGS 21/2014
Aggiornato al 13 giugno 2014

Articolo 3
Definizioni

1. Ai fini del presente codice ove non diversamente previsto, si intende per :
a) consumatore o utente: la persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta ;
...
c) professionista: la persona fisica o giuridica che agisce nell'esercizio della propria attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale, ovvero un suo intermediario;

Articolo 63
Passaggio del rischio
1. Nei contratti che pongono a carico del professionista l’obbligo di provvedere alla spedizione dei beni il rischio della perdita o del danneggiamento dei beni, per causa non imputabile al venditore, si trasferisce al consumatore soltanto nel momento in cui quest’ultimo, o un terzo da lui designato e diverso dal vettore, entra materialmente in possesso dei beni.
2. Tuttavia, il rischio si trasferisce al consumatore gia’ nel momento della consegna del bene al vettore qualora quest’ultimo sia stato scelto dal consumatore e tale scelta non sia stata proposta dal professionista, fatti salvi i diritti del consumatore nei confronti del vettore.

gazzettaufficiale.it
Codiceconsumo.pdf

Se hai letto attentamente

per "DIECI REGOLE PER FALSIFICARE LIBRI"

 

 

 

 



 
   
Contatti: staff@comprovendolibri.it
Segnalazione errori: assistenza@comprovendolibri.it
Informativa sulla Privacy (GDPR) e utilizzo dei cookies
rel. 6.5 Copyright 2000-21 SARAIN MARCO - Padova (IT) - p.IVA 05180180282