Accedi o Registrati
 
Librifolli - Alessandria
Titolo 
Autore 

 
ricerca avanzata
ricerca multipla


 

ricerca avanzata         ricerca multipla

Porta in Alto

Comprovendolibri.it utilizza cookies e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookies, consulta la nostra Informativa sulla Privacy e l'utilizzo dei cookies.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookies
.

chiudi







Abbiamo rilevato che nel tuo browser Javascript è disabilitato.

Questo blocco impedirà l'esecuzione di alcune funzioni importanti del sito.
Ti invitiamo quindi a riattivarlo.

Grazie.





 
La donazione Sernicoli Dipinti e argenti
 

€ 14,00

La donazione Sernicoli Dipinti e argenti

€ 14,00

 

La donazione Sernicoli Dipinti e argenti
 

Autore: A cura di Francesca Piccinini, Cristina Stefani
Editore: Edisai
Anno:2009
ISBN: 9788895062778
Condizioni: NUOVO
Categoria: Musei e Collezioni
ID titolo:64245025

"La donazione Sernicoli Dipinti e argenti" è in vendita da giovedì 23 maggio 2019 alle 17:02 in provincia di Firenze

Note su "La donazione Sernicoli Dipinti e argenti":
Carlo Sernicoli (1938-2007), noto professionista modenese, ha voluto lasciare al Museo Civico d’Arte una preziosa raccolta di dipinti di assoluta rilevanza e di argenti estensi. Giovanni da Modena, Elisabetta Sirani, Guercino ma anche Ubaldo Oppi e Virgilio Guidi sono solo alcuni dei nomi degli artisti le cui opere compongono questa prestigiosa collezione, costituita in anni recenti grazie agli stretti contatti con il mondo degli studiosi e dell’antiquariato. Al lascito Sernicoli è dedicata una nuova sala, ricavata negli spazi dell’ex Ospedale Estense, allestita con un’operazione museografica che coinvolge anche l’attigua Sala Campori. Il noto commercialista modenese Carlo Sernicoli, deceduto a 69 anni senza eredi diretti, ha voluto lasciare al museo della sua città, e quindi all’intera comunità modenese, due importanti nuclei collezionistici, composti da 36 dipinti e da 49 pezzi di argenteria, richiedendo all’istituzione di esporli entro due anni dalla sua morte e di renderne esplicita la provenienza. Tra le opere pittoriche figurano nove dipinti del Novecento degli artisti Pompeo Borra, Virgilio Guidi e Ubaldo Oppi e 27 importanti dipinti antichi. Per quanto riguarda le opere pittoriche, quelle del Novecento furono probabilmente le prime a giungere in Via Castiglione 32, nell’abitazione del collezionista, e fu quindi grazie ad esse che si affinò la passione per l’arte di Sernicoli, indirizzato comunque fin dai primi acquisti alla scelta dell’eccellenza, come testimonia il dipinto di Virgilio Guidi, Figure nello spazio, esposto alla Biennale di Venezia nel 1948; ciò grazie anche ai rapporti di amicicizia con Carlo Cattelani, alla cui figura di collezionista è stata recentemente dedicata una mostra curata da Angela Vettese. Gli interessi del collezionista, tuttavia, si orientarono ben presto verso l’arte antica. Su questo fronte egli fece acquisti sul mercato antiquario soprattutto nel corso degli anni ’80 e ’90, mosso dalla volontà di recuperare opere legate alla cultura artistica della sua regione, la cui paternità e provenienza risultassero accertate o potessero essere convalidate da autorevoli pareri di noti storici dell’arte, come Daniele Benati, Renato Roli e Federico Zeri. Acquistò inoltre le sue opere in aste importanti, come accadde per la Strage degli innocenti dello Scarsellino o per l’Assunta di Guercino o, ancora, nel caso di Diana e Atteone di Pier Francesco Cittadini o presso antiquari famosi, primo tra tutti il noto mercante fiorentino Carlo de Carlo. In breve tempo si è così costituita una vera e propria galleria, selezionata sulla base dei criteri della qualità e della buona conservazione delle opere, che documenta il panorama artistico emiliano in un arco temporale compreso tra il XV e il XVIII secolo. Un piccolo, preziosissimo, museo domestico allestito in base a un criterio fondamentalmente di arredo, evidente anche nell’importanza attribuita alle cornici, presenti nella maggior parte dei casi e sempre preziose, talora addirittura originali, come nella piccola Galatea di Elisabetta Sirani o nell’ovale contenente un’interessante replica antica di una nota Madonna col Bambino di Bartolomeo Schedoni. Il lascito Sernicoli è stato effettivamente acquisito dal Museo Civico d’Arte nel giugno 2008, all’indomani cioè dell’accettazione formale del dono da parte dell’Amministrazione comunale, che si è contestualmente impegnata ad allestire una nuova sala, ampliando gli spazi espositivi dei Musei Civici negli ambienti precedentemente occupati dall’Ospedale Estense e attigui alla Sala che ospita oggi la Galleria Campori. L’allestimento della donazione Sernicoli costituisce quindi il primo concreto passo verso l’ampliamento degli istituti museali di proprietà civica nell’ambito del grande Albergo dei Poveri voluto da Francesco III d’Este, un progetto di cui si parla fin dagli anni ’80, ma che soltanto oggi sembra finalmente tradursi in realtà, grazie all’acquisizione dell’intero immobile da parte del Comune e al trasferimento del Polo Ospedaliero in località Baggiovara. La sala destinata al dono Sernicoli è stata allestita secondo criteri museografici unitari rispetto all’attigua Sala Campori, la cui esposizione è stata anch’essa rivista per l’occasione al fine di presentare i due nuclei collezionistici secondo modalità omogenee. Anche i dipinti Sernicoli, benché disposti all’interno dell’abitazione del collezionista come elementi di arredo, per una fruizione privata che li contestualizzava nell’ambito delle differenti tipologie di arredi e oggetti d’arte creando un complesso gioco di rispondenze, venuto meno il contesto, sono stati esposti seguendo lo stesso criterio. Particolare cura è stata riservata all’illuminazione sia degli argenti che dei dipinti, attuata grazie a un progetto illuminotecnico a cura dello Studio Pasetti di Treviso, recentemente sperimentato nella Sala del museo dedicata all’Arte sacra ed esteso ora alle Sale Campori e Sernicoli. Le opere pittoriche donate da Sernicoli non costituiscono soltanto una piccola galleria autonoma, ma colmano anche assenze importanti, come nel caso di Giovanni da Modena e Francesco Bianchi Ferrari, o di Guercino e di Michele Desubleo, tutti artisti se non modenesi di origine comunque attivi in città e non altrimenti presenti nelle raccolte civiche. In altri casi il lascito Sernicoli permette invece di arricchire l’immagine di artisti già rappresentati, come accade per Luca Ferrari e Pier Francesco Cittadini, oppure porta in museo figure di artisti nuovi, consentendo in particolare di arricchire le possibilità di confronto tra l’arte modenese e la scuola bolognese. L’atto di fiducia del collezionista modenese nei confronti delle istituzioni ancora una volta rafforza nei Musei Civici la consapevolezza e l’orgoglio di essere riusciti a rinnovare nel tempo quello stretto rapporto con la città ed i suoi abitanti che ne caratterizza la storia fin dalle origini, ma rivela anche quanto fosse determinate nel generoso donatore la volontà di entrare con questi mezzi nella memoria collettiva dei cittadini, di proiettare il proprio nome nel futuro scoprendo una struggente tensione alla trascendenza. (T-CA)

Autore/i A cura di Francesca Piccinini, Cristina Stefani
Editore Edizioni Edisai Luogo Ferrara
Anno 2009 Pagine 168
Dimensioni 21x30 (cm) Illustrazioni 68 ill b/n colori - colors and b/w ills
Legatura bross.ill colori con alette - paperback illustrated Conservazione Nuovo - New
Lingua Italiano - Italian Text Peso 1200 (gr)
ISBN 8895062779 EAN-13 9788895062778
Prezzo 20.00 € Sconto 30%
Prezzo scontato 14.00 €

 

Cerca il titolo su

           

 

Chiedi un contatto per avere informazioni o eventuale acquisto del libro:
"La donazione Sernicoli Dipinti e argenti"
Utente verificato LIBRERIA Libreria della Spada
Contatto: Libreria della Spada Telefono disponibile
vende "La donazione Sernicoli Dipinti e argenti"  di A cura di Francesca Piccinini, Cristina Stefani in provincia di Firenze

Segui     Controlla le segnalazioni

Ha utilizzato Comprovendolibri oggi.

feedback positivi 43 positivi    

feedback positivi 43 positivi

Vedi tutti i Feedback

Tempo medio di risposta del venditore: entro 5 ore  (calcolato su 4 compravendite)

Informazioni sul venditore:
Vendita di libri esauriti, fuori catalogo, remainders. Ricerche bibliografiche.
Contattare: Gabriele Bazzani
Via Augusto Barazzuoli 6 R, Firenze  (Firenze)
Telefono: 0559752994 - 3207019705
Indirizzo Web: http://www.libreriadellaspada.com

 

Condizioni di vendita per il libro "La donazione Sernicoli Dipinti e argenti":
Accettiamo pagamenti con carta di credito (VISA o MASTERCARD), Paypal, Bonifico Bancario, Contrassegno.

Spedizioni effettuate con Corriere Espresso GLS a partire da euro 5,00 .
In caso di contrassegno con Corriere maggiorazione di euro 2,00.

Spese di spedizione:
Corriere: € 5,00


Al termine potrai pagare il libro tramite Paypal o carta di credito


Per una maggiore sicurezza
richiedi una spedizione tracciabile
(come il Piego di Libri  Raccomandato)
e un recapito telefonico
 

Invia la tua richiesta per "La donazione Sernicoli Dipinti e argenti"

il tuo nome e cognome


 

il tuo indirizzo email
verifica attentamente che l'indirizzo sia corretto, altrimenti il venditore non potrà ricontattarti.


 

Chiedo INFORMAZIONI su questo libro
Desidero iniziare una TRATTATIVA
Desidero ACQUISTARE questo libro

Scrivi qui la tua richiesta:

se vuoi acquistare il libro, scrivi il tuo indirizzo per la spedizione

Non inserire link a siti esterni

IMPORTANTE
 LEGGERE MOLTO ATTENTAMENTE 

LIBRI DI SCUOLA, ma non solo

Per l'acquisto dei libri è VIVAMENTE CONSIGLIATO, onde evitare truffe, attenersi a questa semplice procedura:

  • richiedere una spedizione tracciabile (piego di libri raccomandato) ed esigere il codice per la tracciabilità
  • richiedere esclusivamente un sistema di pagamento sicuro (Paypal), non una ricarica Postepay
  • non utilizzare mai la formula "invia denaro a Familiari/Amici"
    il venditore non pagherà le commissioni ma tu non potrai avere la protezione acquirenti e quindi non potrai eventualmente aprire una contestazione e chiedere il rimborso
  • se non viene fornito il codice di tracciabilità E IL LIBRO NON ARRIVA, entro 45 giorni aprire una contestazione su Paypal per avere il rimborso

  • VERIFICARE IL CODICE ISBN DEL LIBRO

 
1) Una copia del messaggio verrà inoltrata anche a te per confermarti l'invio.
Poichè l'email potrebbe essere contrassegnata come spam, ti preghiamo di aggiungere *@comprovendolibri.it alla tua "lista bianca"
Se non la ricevi, verifica di aver inserito correttamente il tuo indirizzo email.

2) Controlla sempre le segnalazioni prima di effettuare il pagamento

3) Ricordiamo che la spedizione con "PIEGO DI LIBRI ORDINARIO" risulta essere NON TRACCIABILE e  quindi non da diritto ad alcun codice per monitorare lo stato di giacenza del pacco durante il suo spostamento. I tempi di consegna variano da 2 a 45 giorni.
Se chiedi la spedizione con "Piego di Libri ordinario", dichiari di accettare tutti i rischi e i pericoli, quali possono essere smarrimenti, furti, mancati recapiti da parte di portalettere appartenenti a Poste Italiane e di sollevare il venditore da ogni responsabilità inerente a queste problematiche in quanto non dipendenti dal suo operato.
NON SONO ACCETTATI FEEDBACK O SEGNALAZIONI INERENTI A QUESTA PROBLEMATICA.


D.LGS 205/2006 - D.LGS 21/2014
Aggiornato al 13 giugno 2014

Articolo 3
Definizioni

1. Ai fini del presente codice ove non diversamente previsto, si intende per :
a) consumatore o utente: la persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta ;
...
c) professionista: la persona fisica o giuridica che agisce nell'esercizio della propria attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale, ovvero un suo intermediario;

Articolo 63
Passaggio del rischio
1. Nei contratti che pongono a carico del professionista l’obbligo di provvedere alla spedizione dei beni il rischio della perdita o del danneggiamento dei beni, per causa non imputabile al venditore, si trasferisce al consumatore soltanto nel momento in cui quest’ultimo, o un terzo da lui designato e diverso dal vettore, entra materialmente in possesso dei beni.
2. Tuttavia, il rischio si trasferisce al consumatore gia’ nel momento della consegna del bene al vettore qualora quest’ultimo sia stato scelto dal consumatore e tale scelta non sia stata proposta dal professionista, fatti salvi i diritti del consumatore nei confronti del vettore.

gazzettaufficiale.it
Codiceconsumo.pdf

Se hai letto attentamente

per "La donazione Sernicoli Dipinti e argenti"

 

 

 

 



 
   
Contatti: staff@comprovendolibri.it
Segnalazione errori: assistenza@comprovendolibri.it
Informativa sulla Privacy (GDPR) e utilizzo dei cookies
rel. 6.5 Copyright 2000-21 SARAIN MARCO - Padova (IT) - p.IVA 05180180282