Accedi o Registrati
 
Librifolli - Alessandria
Titolo 
Autore 

 
ricerca avanzata
ricerca multipla


 

ricerca avanzata         ricerca multipla

BIBLIOTECA DI BABELE

Comprovendolibri.it utilizza cookies e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookies, consulta la nostra Informativa sulla Privacy e l'utilizzo dei cookies.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookies
.

chiudi







Abbiamo rilevato che nel tuo browser Javascript è disabilitato.

Questo blocco impedirà l'esecuzione di alcune funzioni importanti del sito.
Ti invitiamo quindi a riattivarlo.

Grazie.





Comprovendodischi.it



Porta in Alto



 










 

 

 
  Forum Libri
  La Piazza di Comprovendolibri    Le Recensioni dei lettori
Per poter inserire i messaggi in questo forum è necessario registrarsi





#65088 - CARICAMENTO NUOVI CATALOGHI E’ CAMBIATO QUALCOSA?

Roma,  sabato 19 settembre 2020 alle 10:45
Messaggio collegato al #65087.
 

si.
questo è stato necessario perchè utenti con cataloghi ’monster’ talvolta nemmeno reali ma con titoli al loro interno duplicati all’infinito, avevano preso l’abitudine di ricaricare a scadenze brevissime (tipo 10-15 giorni) il loro cataloghi, monoplizzando di ratin di ricerca e penalizzando in maniera sleale i piccoli, medi e anche medio-grandi utenti che non arrivavano a cataloghi con numeri così stratosferici


progettonuoveletture  

#65087 - CARICAMENTO NUOVI CATALOGHI E’ CAMBIATO QUALCOSA?

Roma,  sabato 19 settembre 2020 alle 10:32
 

Buongiorno a tutto il Forum.
Avevo pronte un centinaio di inserzioni e mi stavo apprestando a mettere in vendita i libri.
Sorpresa. E’ sparito il tasto Utility, con il quale normalmente caricavo il catalogo.
Ho visto e letto che praticamente oltre i 2€ per il PRO, bisognerebbe pagare 10€ ogni volta che ci sono nuovi inserimenti, e che la durata è di un solo mese.
Ho letto bene?
Grazie in anticipo.
Saluti e Buon Fine Settimana
oldmilitarybooks_andcomics


oldmilitarybooks_andcomics  

#65086 - PAYPAL

Genova,  sabato 19 settembre 2020 alle 07:24
Messaggio collegato al #65085.
 

Se ti ha pagato con paypal beni e servizi è molto probabile che paypal dia ragione a lui e gli rimborsi i soldi prendendoli dal tuo conto. Io ho sempre odiato paypal per tanti motivi (non ultimo questo, che si fa arbitro unico in maniera esageratamente sbilanciata verso l’acquirente) ma devo riconoscere che è comodo e sicuramente ha influito sulle mie vendite quindi lo sopporto e a volte anch’io corro il rischio.... Più che altro mi sembra che poco tempo fa sul forum fosse uscito un problema uguale ad un altro utente, varrebbe la pena di vedere se per caso foste incappati nello stesso furbetto, potrebbe essere uno che lo fa di abitudine per avere libri gratis...


robdimo  

#65085 - PAYPAL

Vercelli,  sabato 19 settembre 2020 alle 00:13
Messaggio collegato al #65084.
 

Si, da oggi in poi sicuramente...
Ma in questo caso?
L’acquirente mi ha chiesto il rimborso completo, poi, se nel caso arrivasse, me lo ripagherà...
Ma sono sicura che a questo punto ’non arriverà’ più.
Se decidessi di non rimborsare (non divento né più ricca né più povera, ma non lo trovo giusto),qualcuno sa dirmi a quali conseguenze vado incontro con PayPal?


marinapunto  

#65084 - PAYPAL

Roma,  venerdì 18 settembre 2020 alle 20:49
Messaggio collegato al #65083.
 

Accetta solo paypal-amici, almeno per le spedizioni non tracciabili.
Buona fortuna.


aiax  

#65083 - PAYPAL

Vercelli,  venerdì 18 settembre 2020 alle 17:09
Messaggio collegato al #65057.
 

Buonasera a tutti,
a me è stato sospeso un pagamento perchè l’acquirente del libro, dopo aver chiesto espressamente la spedizione NON tracciabile a distanza di 8 giorni ha aperto una segnalazione su paypal per libro non ricevuto.
Spedito il 29 agosto, non ho chiesto la quietanza in posta perchè non sapevo si potesse avere,
il giorno 8 settembre l’acquirente mi scrive una mail chiedendo ’come mail non è ancora arrivato?’ io rispondo di pazientare ancora qualche giorno ma scopro in seguito che già in quel momento aveva aperto una segnalazione su paypal per mancato ricevimento.
Premetto che questa cosa mi puzza un pò.. mi chiede espressamente la ’spedizione ordinaria NON tracciabile’, evidenziando il NON, e a distanza di 8 giorni segnala a paypal per avere la restituzione della somma, ben sapendo che 8 giorni non sono sufficienti per ricevere il libro...
Paypal suggerisce di arrivare ad una soluzione con l’acquirente, ma la soluzione che cerca lui è il rimborso totale. E se anche fosse arrivato o arrivasse in questi giorni, sono convinta che non lo verrò a sapere.. Vi è mai successo? Come devo comportarmi?
Grazie per l’aiuto..


marinapunto  

#65082 - esportazione catalogo

Pordenone,  venerdì 18 settembre 2020 alle 14:10
Messaggio collegato al #65081.
 

Grazie Rob, sono davvero stordita io...non avevo notato la sezione PDF...
Credo che mi manchino un po’ di ore di sonno, sigh


SaryG  

#65081 - esportazione catalogo

Genova,  giovedì 17 settembre 2020 alle 19:40
Messaggio collegato al #65079.
 

Se sei utente CVL-PRO puoi scaricarlo dierttamente in pdf con i vari tipi di ordinamento (se non lo sei ancora diventalo, per la cifra ridicola che costa vale sicuramente la pena). Se invece lo esporti in csv, i campi sono separat dal segno di paragrafo ( § ), quindi se usi excel devi aprire un file nuovo, fare importa dati da testo, e dirgli nella imporatzione guidata che il separatore è § . In questo modo funziona perfettamente, se invece fai aprire direttamente il csv da excel lui dà per scontato che il separatore sia la virgola e quindi sbaglia tutti i campi.


robdimo  

#65079 - esportazione catalogo

Pordenone,  giovedì 17 settembre 2020 alle 11:34
 

Ciao a tutti,
ho esportato il catalogo in .CSV perché un utente mi ha chiesto il catalogo in pdf (contavo di convertirglielo poi), ma aprendo il .CSV con office ho notato che è davvero ingestibile, perchè pure i titoli sono divisi in celle diverse ed è tutto una gran confusione...sbaglio qualcosa io? grazie. Sara


SaryG  

#65071 - francobolli con valore facciale solo in lire

Verona,  lunedì 14 settembre 2020 alle 07:42
Messaggio collegato al #65068.
 

infatti a me è arrivata una busta da 40 centimetri tappezzata di francobolli...

grazie moscus!


leggimi  

 
#65068 - francobolli con valore facciale solo in lire

Reggio Emilia,  sabato 12 settembre 2020 alle 15:13
Messaggio collegato al #65067.
 

In pratica vai a questa pagina e la stampi:

https://www.ilpostalista.it/francobollisommario_44.htm

I bolli quindi vanno bene dall’anno 1967, ma per praticità si utilizzano i francobolli emessi dagli anni Ottanta in poi, che hanno valori più ragionevoli, poiché per impiegare tagli da 50 lire o da 70 servirebbero buste enormi.

I direttori di posta o gli operatori, cercano di negare la validità dei bolli in Lire, per ignoranza, ottusità o per malafede.


moscusmoschifer  

#65067 - francobolli con valore facciale solo in lire

Reggio Emilia,  sabato 12 settembre 2020 alle 13:15
Messaggio collegato al #65065.
 

https://filateliaenumismatica.jimdofree.com/notizie-comunicati/

https://www.lafilatelia.it/forum/viewtopic.php?t=2754&start=20




VALIDITA’ DEI FRANCOBOLLI
di Sergio Mendikovic - (da L’Occhio di @rechi n. 42 - 03/2012)

Una data da ricordare 6 Dicembre 2011! In modo unilaterale il governo Monti ha decretato, a c.a. dieci anni dall’entrata dell’euro, la cessazione della validità della vecchia (e cara) lira. Anche tra i filatelici qualche perplessità ha incominciato a serpeggiare. La domanda più comune ’ed i francobolli in lire?’
I francobolli usciti prima del 1999 e quindi espressi in lire continuano ad essere in corso, tranne qualche singola eccezione, causa sequestro di copiose entità di falsi.
Tale regola investe tutte le cartevalori emesse dall’Italia a partire con il 1967. (vedi articolo apparso sul notiziario n°34)
Ma la palude postale, come sempre, presenta solerti addetti che bollano come scaduti i nostri francobolli in lire tacciandoli di frode se usati!!!
Il tutto a causa di una sibillina interpretazione data ad una frase apparsa sul sito della poste italiane. Nella pagina dedicata alla posta definita ancora, purtroppo, ’prioritaria’ si leggeva che ’i francobolli di posta ordinaria e posta prioritaria (anche se con il valore espresso in lire/euro) possono essere ancora utilizzati purché integrati con francobolli dell’importo mancante’. Facendo percepire in qualche solerte addetto l’illusoria interpretazione che affrancature parziali espresse in lire non sarebbero più valide.
Ma il Ministero dello Sviluppo Economico ha puntualizzato con circolare: ’I francobolli italiani con valore facciale espresso in lire mantengono la loro validità e possono essere utilizzati per l’affrancatura, purché integrati con francobolli per l’eventuale importo mancante’.
Per dovizia di cronaca si riporta delibera del Ministro dell’Economia (si ringrazia Gianni V. Settimo):

Ministero dell’Economia e delle Finanze - Delibera del Comitato euro - Il Comitato euro.

VISTO l’articolo 14 del Reg. (CE) 974/98, secondo cui i riferimenti alle unità monetarie nazionali presenti negli strumenti giuridici in vigore alla fine del periodo transitorio devono intendersi come riferimenti all’unità euro da calcolarsi in base ai rispettivi tassi di conversione;
VISTO che in base alla predetta norma non è pertanto necessaria una ’ridenominazione materiale’ degli strumenti giuridici in vigore dopo la fine del periodo transitorio;
CONSIDERATO che i valori bollati, quali strumenti di pagamento di tributi diversi dalle banconote e dalle monete metalliche, rientrano nella nozione di strumenti giuridici di cui all’articolo 1 del Reg. (CE) 1103/97;
VISTO che le regole di conversione e arrotondamento previste dal Reg. (CE) 1103/97 si applicano anche alle conversioni effettuate alla fine del periodo transitorio o successivamente ad esso;
VISTO il Reg. (CE) 2866/98 che ha fissato i tassi di conversione tra l’euro e le monete degli Stati membri che adottano la nuova moneta;

Ritiene

che i valori bollati con valore facciale espresso solo in lire mantengano la propria validità anche dopo il 1 Gennaio 2002 a tempo indeterminato e possano essere utilizzati fino ad esaurimento delle scorte. Naturalmente, dopo questa data, il loro valore in euro si determina in base al tasso fisso di conversione. Tale considerazione, nel pieno rispetto del principio di neutralità del passaggio all’euro che governa l’intero processo di transizione alla nuova moneta, è intesa a non arrecare alcun aggravio ai cittadini ed in particolare ai soggetti che, essendo in possesso di scorte notevoli difficilmente esauribili entro la fine del periodo di doppia circolazione, potrebbero subire perdite in alcuni casi rilevanti. Ne consegue che anche gli intermediari nella vendita dei valori bollati che gli utilizzatori delle stesse potranno in modo legittimo, rispettivamente, cedere ed utilizzare i predetti valori, espressi solo in lire ovvero in lire ed in euro, fino al totale esaurimento delle scorte.

Motivazione

Allo scopo di rispondere alle esigenze dei cittadini ancora in possesso di valori bollati con valore facciale espresso in lire e per consentire lo smaltimento delle scorte di tali valori, viene previsto che tali valori manterranno la propria validità anche dopo il 1 Gennaio 2002 a tempo indeterminato e si potranno pertanto utilizzare fino ad esaurimento delle scorte. Naturalmente, il loro valore si determinerà in euro in base al tasso fisso di conversione. Si ricorda inoltre che dal 1 Gennaio 2002 i valori bollati emessi in Italia recano esclusivamente il valore in euro.
Analoga soluzione è stata adottata nel Maggio 2001 dal Ministero delle Comunicazioni per i valori postali con valore facciale espresso in lire, determinando anche in questo caso un vantaggio per gli utenti che non avranno bisogno di chiedere il cambio dei francobolli in lire posseduti con francobolli in euro. E’ importante segnalare che dal 1 Gennaio 1999 i francobolli emessi in Italia recano il doppio valore lira ed euro, mentre a partire dal 1 Gennaio 2002 tutti i francobolli saranno emessi solo in euro.
(https://www.ilpostalista.it/francobollisommario_44.htm)



moscusmoschifer  

#65066 - francobolli con valore facciale solo in lire

Roma,  sabato 12 settembre 2020 alle 12:47
Messaggio collegato al #65065.
 

ah.... quindi quelli del regno delle due sicilie non sono più validi?


progettonuoveletture  

#65065 - francobolli con valore facciale solo in lire

Verona,  sabato 12 settembre 2020 alle 11:13
 

buongiorno a tutti,

qualcuno di voi ha un riferimento di legge per quanto riguarda la validità dei francobolli in lire?
chiacchierando con un direttore di posta stamane mi è stato detto che sono validi solo i francobolli in lire che hanno il doppio valore facciale, in lire e in euro.

mi pareva però di aver letto qui che invece valgono anche quelli con il valore solo in lire. ma ci sarà almeno un limite nell’anno di emissione?
@moscusmoschifer, tu di sicuro ne hai scritto in passato.

chiedo venia perché sicuramente se ne è già parlato diffusamente e nel forum qualcosa ci sarà, ma non sono riuscita a trovarlo.

grazzzzie


leggimi  

#65058 - PAYPAL

Trento,  venerdì 4 settembre 2020 alle 19:33
Messaggio collegato al #65057.
 

Stasera tutto risolto. Tutto è bene quel che finisce bene!


belfusto  

Vai a pagina : 1 2 3 4 [5] 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 >>>
 
 




 
   
Contatti: staff@comprovendolibri.it
Segnalazione errori: assistenza@comprovendolibri.it
Informativa sulla Privacy (GDPR) e utilizzo dei cookies
rel. 6.5 Copyright 2000-20 SARAIN MARCO - Padova (IT) - p.IVA 05180180282