Accedi o Registrati
Titolo 
Autore 

 
ricerca avanzata
ricerca multipla
ricerca avanzata | ricerca multipla    
Librifolli - Alessandria

Comprovendolibri.it utilizza cookies e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookies, consulta la nostra Informativa sulla Privacy e l'utilizzo dei cookies.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookies
.

chiudi
 









 

 

 

 

 

BESTSELLER vende questi libri in provincia di CASERTA

Segui
 

 
Informazioni sul venditore:
Sono un privato che compra&vende libri; eseguo anche ricerche su commissione: ricerca gratuita e senza obbligo d’acquisto.

CONTATTI
Cell.: 339 4945277 (anche WHATSAPP)
Mail: raffaele.bernardo@yahoo.it (anche MSN)

Condizioni di vendita di BESTSELLER
Pagamento anticipato tramite BONIFICO BANCARIO, POSTEPAY, PAYPAL.
COSTI DI SPEDIZIONE:
Raccomandata piego di libri: €3,63 (fino a 2 Kg)
Raccomandata piego di libri €6,30 (tra 2 e 5 Kg)
Piego di libri ordinario: €1,28 (solo fino a 2 Kg e a rischio del cliente)
Pagamento in contrassegno:
Raccomandata piego di libri: €4,40 (fino a 2 Kg)
Raccomandata piego di libri: €8,50 (tra 2 e 5 Kg)
Commissioni postali su contrassegno: €6,00

ATTENZIONE! Per alcuni libri è necessario verificare preventivamente la disponibilità, indipendentemente dalla presenza della scheda in elenco.

Offerte in corso:
Procuro libri su commissione di tutti i tipi (soprattutto discipline umanistiche e arte) in particolare degli editori Einaudi, Electa, Editori Riuniti, Guida, Jaca Book, Skira, UTET, Donzelli, Bollati Boringhieri, etc.

 

Richiedi un contatto 


Per chiedere informazioni su un libro, clicca sul Titolo
Ordinamento per inserimento, dall'ultimo inserito.
Libri : 8131


Cerca tra i libri di BESTSELLER

Titolo  

   

Autore  

   
Scritti scostumati per uno zibaldone gregorettiano


€ 10,00

  Scritti scostumati per uno zibaldone gregorettiano
 
di Barletta, Luigi (a Cura Di)Napoli 2012Guida
GIORNALISMO, MASS MEDIA
ISBN: 9788866661467

Bross. ed. ill., cm 24x17, pp. 185, ill. b/n.

Prefazione di Andrea Camilleri.

SINTESI
«Leggere pagina dopo pagina questo libro come perdermi piacevolmente dentro una fitta, profumata foresta composta da alberi fioriti tutti diversi l’uno dall’altro, ma, stranamente, con qualcosa in comune che li faceva dello stesso ceppo». (Andrea Camilleri)
Ugo Gregoretti, giornalista e autore televisivo, viene assunto in RAI nel dicembre del 1953, un mese prima della nascita ufficiale della TV in Italia. Nei 1961 debutta nel mondo del cinema il film ’I nuovi angeli’. Nella sua carriera artistica attraverserà più volte i diversi mezzi e generi espressivi - dal teatro alla radio, dal documentario allo sceneggiato - distinguendosi sempre per il suo taglio ironico e raffinato.
Luigi Barletta è docente presso l’Università degli Studi ’’Suor Orsola Benincasa’’ e l’Accademia di Belle Arti di Napoli. Collabora da vari anni con Ugo Gregoretti. Nel 2007 ha realizzato il documentario ’Il favoloso mondo di G. Il cinema di Ugo Gregoretti’.

INDICE
Prefazione di Andrea Camilleri
Nota alla prefazione Ugo Gregoretti
Introduzione Luigi Barletta
1. (NON) NOTE DI REGIA
Aiuto, il tenore!
Vieni avanti, pretino...
Quelle note che sembravano formiche
Note di non regia
Figaro nel circo di Siviglia
Panico prima dello spettacolo
Come un clandestino nel tempio della lirica Una favola per caso
2. IL TEATRINO DI CASA GREGORETTI
Lessico familiare
Il fatto delle penne
Un mondo privato
Cinque piccole case
Diffidate di me. Non posso fare a meno di inquadrarvi
Tormenti di un nonno senza nipoti
3. LA VIS POLEMICA
Ma chi C’è dietro le brigate Rossini
i Fasti Moderni del Campidoglio
Linguaggi inesistenti per bambini camuffati
Presidente, la ’diretta’ rovina gli spettacoli La parolaccia in TV. Volgare o trasgressiva?
Il Lunedì dell’autore (Sadomasocauditel)
Il Consumismo
Il Deicidio interrotto con l’insetticida
Quando il gioco si fa duro
4. LETTERE, ARTICOLI, PREFAZIONI E PRESENTAZIONI
La lettera di iscrizione al Pci
Breve dizionario dei luoghi comuni sul Festival nazionale dell’Unità
Io e le agende
Un De Filippo a tutto tondo
Il cinema muto napoletano e dintorni
Parte... romano e Parte... nopeo
Divagazioni collaterali. Quando la musica si fa storia
Centosessantuno
Cinema e psiche
Il mio amico Mario
La diversità non diventi spettacolo
Io e l’ANAC
5. RADIO, TELEVISIONE E CINEMA
La Sicilia dei Gattopardo - Note introduttive
Le quindici albe radiofoniche
Centocinquanta Campanile canta
Il mio viaggio con Pantalone
La voce del narrat(t)ore
Quell’incontro segreto fra il cinema e la televisione
Apollon, che volgari quegli operai!
6. RICORDI E COMMEMORAZIONI
Insieme, da sempre
Il Vietnam, un mese insieme, una berlina nera Ho rivisto l’addio a Enrico Berlinguer
Ho pianto come allora
La moglie dei sindaco di Cardito
Schegge di un sodalizio troppo breve Buzzolan, il coraggio di criticare la Tivù
’’È la giacca di quella sera?’’
Gianluca mio
La nostra bravata
Scugnizzo Nanni
Un piccolo ricordo di una grande persona
7. SCRITTI IMPOSSIBILI
Ora prende in giro anche se stesso
Pickwick in Italia
Tutta colpa di Goldoni
’’Caro Jarry, sono innocente come Ubu’’
Autointervista di un direttore artistico
Intervista impossibile al Cavalier Bernini
Variazioni sonore di un borghese gentiluomo
Pasquale Scialò
Indice delle immagini.

In vendita da giovedì 22 giugno 2017 alle 10:22 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche...

 
Cento anni di socialismo a Napoli 1892-1992


€ 10,00

  Cento anni di socialismo a Napoli 1892-1992
 
di Alosco, Antonio - Aragno, Giuseppe - Cimmino, Carmine - Dell’Erba, NunzioNapoli 1992Guida
STORIA LOCALE, NAPOLI, SOCIALISMO
ISBN: 9788871880891

Bross. ed. ill., cm 21x14, pp. 208.

Prefazione di Giulio Di Donato.

SINTESI
I saggi che si pubblicano in questo volume costituiscono in grande misura una assoluta novità nella ricostruzione storica del socialismo napoletano, sul quale esistevano finora solo pochi studi su argomenti specifici e delimitati. in queste pagine si possono leggere per la prima volta nella loro reale dimensione ed in modo complessivo e puntuale le vicende legate all’esperienza riformista del Blocco popolare che governò Napoli dal 1914 al 1919 ed anche quelle finora inedite — relative alla rifondazione del PSI dopo la liberazione del Sud. Queste pagine rappresentano, pertanto, un utile contributo non solo alla storia del socialismo ma anche a quella del-l’intera società napoletana degli ultimi cento anni.
ANTONIO ALOSCO (Pozzuoli 1943) ha pubblicato, tra l’altro, i libri: ’Il Partito d’Azione a Napoli’, Guida, Napoli 1975 e ’Alle radici del sindacalismo. La ricostruzione della CGL nell’Italia Liberata ( 1943-44)’, Sugarco, Milano 1979. Ha curato il vol. I degli ’Scritti politici’ di Francesco De Martino ed ha collaborato e collabora con saggi di storia contemporanea e dei partiti e movimenti politici a numerose riviste tra cui «Storia contemporanea» di Renzo De Felice, «Nord e Sud» già di Francesco Compagna; «Prospettive Settanta» di Giuseppe Galasso e «Nuova Antologia» di Giovanni Spadolini.
GIUSEPPE ARAGNO (Napoli 1946) ha pubblicato i volumi ’Socialismo e sindacalismo rivoluzionario a Napoli in età giolittiana’, Roma 1980 e ’Fascio dei Lavoratori, prima sezione napoletana del PSI (1893-94)’, Roma 1989.
CARMINE CIMMINO (Caserta 1934), oltre a numerosi saggi apparsi prevalentemente sulla «Rivista Storica di Terra di Lavoro», che dirige, ha scritto ’Democrazia e Socialismo in Terra di Lavoro nell’età liberale (1861-1915)’ Napoli 1974.
NUNZIO DELL’ERBA (Adrano, Catania, 1950) ha pubblicato ’Le origini del sindacalismo a Napoli 1870-1892’, Milano 1979; ’Giornali e gruppi anarchici in Italia 1892-1900’, Milano 1983 e ’Il socialismo riformista tra politica e cultura’, Milano 1990. Svolge una intesa attività di pubblicista.

INDICE
Franco Iacono - Presentazione
Giulio Di donato - Prefazione
Giuseppe Aragno - Il socialismo napoletano dalla fondazione al maggio ’98
Carmine Cimmino - Il dibattito politico-ideologico del socialismo napoletano a fine Ottocento
Nunzio Dell’Erba - L’itinerario socialista riformista di Francesco Saverio Merlino
Giuseppe Aragno - Politica sociale e sindacale del PSI napoletano tra Ottocento e Novecento
Antonio Alosco - Aspetti della politica socialista negli enti locali: l’Amministrazione Labriola a Napoli (1918-19)
Antonio Alosco - La rappresentanza parlamentare socialista a Napoli dalle origini all’avvento del fascismo (1890-1924)
Antonio Alosco - La rinascita del socialismo napoletano e meridionale dalla Liberazione alla Costituente (1943-46)
Antonio Alosco - Il socialismo napoletano del secondo dopoguerra (1947-1992)
Indice dei nomi

In vendita da giovedì 22 giugno 2017 alle 07:41 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche...

 
Felicità sognate. Il teatro di Metastasio


€ 8,00

  Felicità sognate. Il teatro di Metastasio
 
di Beniscelli, AlbertoGenova 2000Il Nuovo Melangolo
LETTERATURA ITALIANA ’700, CRITICA LETTERARIA, METASTASIO
ISBN: 9788870183986

Bross. ed. ill., cm 20x12, pp. 183.

SINTESI
Drammaturgo capace di reinventare nel cuore del Settecento la forma del melodramma, rilanciandola sui palcoscenici d’Europa, Metastasio è straordinario costruttore di trame in apparenza iterate e tuttavia sempre diverse nel vario montaggio delle fonti, nei molteplici spostamenti degli assi narrativi, nelle continue messe a fuoco di ruoli a cui affidare nuove responsabilità sceniche. L’autore ricostruisce passo dopo passo, opera dopo opera, il percorso del poeta, seguendolo nelle giovanili esperienze che da Roma e Napoli lo porteranno a Vienna, accompagnandolo nel-la fase più importante della sua attività presso la corte asburgica, fino ai tempi della sua lunga ma non inerte vecchiaia. Il taglio monografico non preclude tuttavia l’affresco di un’epoca. Grazie alla capacità di Metastasio di farsi interprete delle varie spinte dell’estetica settecentesca, da quelle più brillanti e patetiche alle altre, più ardue e fonde — il Settecento è secolo che cercando la felicità scruta anche le fratture, gli ostacoli, che rendo-no problematicamente affascinante quella ricerca —, nel libro si racconta degli incontri diretti o mediati con Rousseau, Gluck, Mozart, Stendhal, gli alti protagonisti di quella civiltà dei ’’lumi’’ che stava svoltando verso le nuove attese romantiche.

INDICE
Premessa
I. ESORDI ITALIANI
1. L’allievo di Gravina
2. Da Tasso a Racine
3. L’incontro con Zeno
II. POETA CESAREO
1. Il debutto a corte
2. Spazi d’arcadia
3. Alle radici della drammaturgia
4. Le luci del sacro
5. L’icona del sovrano
6. Re e pastore
III EPILOGO VIENNESE
1. Altre sperimentazioni
2. Ultimi melodrammi
3. «In sen del vero»
Indice dei nomi

In vendita da martedì 20 giugno 2017 alle 02:25 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche...

 
La miniatura medievale. Una introduzione


€ 31,00

  La miniatura medievale. Una introduzione
 
di Pächt, OttoTorino 2004Bollati Boringhieri
ARTE MEDIEVALE, MINIATURA
ISBN: 9788833904092

Leg. ed. con sovracc. ill., cm 28x21, pp. 223, 32 tavv. col. f.t., 210 ill. b/n. Intonso, durante l’esposizione in vetrina ha subito gocciolamento d’acqua che ha interessato il tagliopagina basso; interno sovraccoperta, copertina, sguardia e antiporta anteriore e posteriore presentano lievi aloni scuri; mentre il testo è stato interessato solo nella parte bianca bassa circostante il testo senza macchiarsi ma appena grinzandosi (foto a richiesta)

A cura di Dagmar Thoss e Ulrike Jenni.

Presentazione di Jonathan J. G. Alexander.

SINTESI
Prima che Otto Pächt vi si cimentasse con ingegnosa e sensibilissima perizia, si poteva ancora guardare alla miniatura medievale come a un genere artistico minore, da studiare negli stessi modi riservati al suo ascendente ritenuto più illustre, la pittura monumentale ad affresco o su tavola. Ma chi assisté nei tardi anni sessanta al ciclo di lezioni viennesi che è all’origine di questo libro ebbe il privilegio di ascoltare con gli occhi - sinestesia intellettuale prediletta da Pächt - una messe di immagini sfolgoranti per tonalità cromatiche e traboccanti di forme decorative, a cui veniva riconosciuto il rango autonomo di arte maggiore, e con esso il diritto a un accesso metodologico peculiare. La vibrazione di allora si trasmette intatta ai lettori di oggi, davanti a un mondo figurativo che parla finalmente in un linguaggio proprio, quello del manoscritto decorato. Di Bibbie, Evangeliari, Salteri, Lezionari, Apocalissi, Sacramentari, Messali e opere con raffigurazioni didattiche Pächt analizza magistralmente ogni aspetto: le forme e gli stili, la suggestiva ricchezza di iniziali, il vocabolario ornamentale e simbolico, le tendenze espressive, il peso dell’eredità tardoantica e bizantina, il rapporto simbiotico o tensivo tra scrittura e immagine, la funzione della cornice, il conflitto spaziale che si gioca all’interno della pagina.
Otto Pächt (1902-1988) è stato uno dei massimi storici dell’arte e un’autorità universalmente riconosciuta nel campo degli studi sulla miniatura e i manoscritti medievali. Ha lavorato e insegnato nelle università di Londra, Oxford, New York, Princeton, Cambridge e Vienna, sua città natale. Ha studiato l’epoca tardo-antica e il Medioevo, e in modo particolare la decorazione del libro medievale e la pittura del quindicesimo secolo. Presso la nostra casa editrice è uscito il suo ’Metodo e prassi nella storia dell’arte’ (1994) ed è di prossima pubblicazione ’La pittura veneziana del Quattrocento’.

INDICE
Presentazione di J. J. G. Alexander
INTRODUZIONE, 9
Situazione delle ricerche, 9 Valore simbolico del libro, io Dal rotolo al codice, 12
LA DECORAZIONE PITTORICA NELLA STRUTTURA ORGANICA DEL LIBRO, 32 Annotazioni preliminari, 32 Sacramentario e messale, 36
L’INIZIALE, 45
Origini classiche, 45 L’iniziale zoomorfa (tardoantica, merovingia), 47 L’iniziale caleidoscopica (precarolingia, romanica), 52 L’iniziale figurata (precarolingia, romanica, tardogotica), 58 Il monogramma a piena pagina (insulare, carolingio, ottoniano), 62 L’iniziale istoriata e abitata (insulare, carolingia, la B del Beatus), 77
L’ILLUSTRAZIONE DELLA BIBBIA, 129
Le Bibbie atlantiche romaniche (Italia, Salisburgo, Inghilterra), 129 Influssi bizantini (il dualismo corpo-vestito, il colore oro), 136 La Bibbia gotica (Francia), 144 Forme derivate dall’arte monumentale (vocabolario formale gotico e classico), 148
LE MINIATURE DIDATTICHE, 155
Introduzione, 155 Rappresentazioni cosmologiche (Salomone di Costanza, Onorio di Autun, Ildegarda di Bingen), 156
L’ILLUSTRAZIONE DELL’APOCALISSE, 161
Primi esempi, 161 Beato di Liébana, 161 Apocalissi ottoniane e inglesi, 164
L’ILLUSTRAZIONE DEL SALTERIO, 167
Il principio dell’illustrazione letterale (salteri bizantini, il Salterio di Utrecht), 167
IL CONFLITTO SPAZIO-SUPERFICIE: SVILUPPI E TENDENZE 173
Il primato della decorazione (arte insulare), 173 Rinascimento e adattamenti medievali della tradizione classica: espressionismo, disegno di superficie (anglosassone), 176 Lo spazio stratificato (ottoniano), 184 Lo sfondo a pannelli (romanico), 187 Strutture architettoniche (carolingie, normanne, francesi gotiche), 190 Conflitti spaziali, la fine della miniatura, 197
APPENDICI, 203
Note, 205 Elenco delle illustrazioni, 208 Bibliografia scelta, 214 Bibliografia di Otto Pächt , 215 Glossario, 217 Indice dei manoscritti, 218 Indice delle opere e dei luoghi, 220 Indice delle opere e dei nomi, 221
Nota dei curatori, 223
Tavole I-XXXII - pagine 97-128

In vendita da lunedì 19 giugno 2017 alle 22:01 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche...

 
Cristo a Napoli. Pittura e cristologia a Napoli nel ’600


€ 21,00

  Cristo a Napoli. Pittura e cristologia a Napoli nel ’600
 
di Saracino, FrancescoNapoli 2012Grimaldi & C. Editori
PITTURA NAPOLETANA ’600, ICONOGRAFIA, CRISTOLOGIA
ISBN: 9788889879979

Leg. ed. con sovracc. ill., cm 27x20, pp. 307, 180 ill. col. Intonso!

SINTESI
Nel secolo d’oro della pittura napoletana, Gesù di Nazaret, comunica il suo dono attraverso visioni che ancor oggi riescono a sorprendere. Da Caravaggio a Mattia Preti, da Battistello a Francesco Solimena, da Ribera a Luca Giordano non fa che crescere l’emozione che avvince il popolo, i religiosi e l’aristocrazia alla bellezza del Figlio dell’Uomo. Queste pagine - corredate da 180 immagini a colori - illustrano per la prima volta i temi che i pittori e il pubblico di Napoli hanno rappresentato nel Seicento con la figura del Messia, il vero scopo dell’arte secondo l’Allegoria della pittura’ di Francesco Guarino. Le immagini del bambino e dell’adulto Gesù, i racconti dei vangeli, gli episodi del sacrificio e della resurrezione che si dispiegavano nelle case, nei palazzi e nelle chiese riaffiorano davanti ai nostri occhi disincantati. È un’autentica rivelazione scoprire che la fede e la fantasia del Mediterraneo raggiungono il culmine quando gli artisti immaginano la carne di Cristo.
Francesco Saracino è teologo e storico dell’immaginazione religiosa. Oltre a numerosi contributi di carattere scientifico, è autore di alcuni volumi, tra cui ’Il Nome dipinto’, ’Cristo a Venezia’, e ’Il più forte’.

INDICE
INTRODUZIONE
I. Allegorie della pittura
II. La pittura di Dio
III. Quadri di visioni
IV. Il Caravaggio e Napoli
V. Il Bambino e il destino
VI. L’amico dello sposo
VII. L’inizio
VIII. L’immaginazione del Vangelo
IX. Il volto
X. Cicli
XI. Il rosso e il nero
XII. Croce, 1
XIII. Croce, 2
XIV. Croce, 3
XV. Agnelli di Dio
XVI. Pietà
XVII. Consepulti
XVIII. Le donne, il sabato
XIX. Resurrezione
XX. Apparizioni
XXI. L’addio
XXII. Corpo celeste
XXIII. Salvatore del mondo
XXIV. Il sogno della vita
EPILOGO
NOTE
ELENCO DELLE ILLUSTRAZIONI
INDICE DEI NOMI
RINGRAZIAMENTI

In vendita da lunedì 19 giugno 2017 alle 16:06 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche...

 
Civiltà del Seicento a Napoli, 2 voll.


€ 50,00

  Civiltà del Seicento a Napoli, 2 voll.
 
di Soprintendenza Per I Beni Artistici E Storici Di Napoli (a C. Di)Napoli 1984 (1° ed.)Electa Napoli
STORIA LOCALE, STORIA DELL’ARTE, NAPOLI
ISBN: 9788843587124

Bross. ed. con sovracc. ill., cm 24x22, pp. 1019, 1100 tavv. e ill. col. e b/n n.t. e f.t.

Catalogo della mostra:
Napoli, Museo di Capodimonte, 24 Ottobre 1984 - 14 Aprile 1985.
Napoli, Museo Pignatelli, 6 Dicembre 1984 - 14 Aprile 1985.

In vendita da lunedì 19 giugno 2017 alle 14:22 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche...

 
Il recupero della bellezza


€ 21,00

  Il recupero della bellezza
 
di Marconi, PaoloGinevra-Milano 2005Skira
RESTAURO ARCHITETTONICO, MUSEOLOGIA
ISBN: 9788876244841

Bross. ed. ill., cm 21x21, pp. 178, 328 ill. col. e b/n.

SINTESI
Il volume è un vero e proprio manuale di restauro, con decine di casi italiani ed esteri tra cui il restauro dell’Acropoli di Atene, la ricostruzione della cattedrale di Dresda o del ponte di Mostar, gli interventi per Les Invalides a Parigi, La Fenice di Venezia, illustrati con sequenze fotografiche e brevi testi introduttivi, utilizzati per rafforzare il racconto teorico e insieme per raccontare l’arte di restaurare l’architettura antica seguendone le regole e la materia originale. Il testo poi non si ferma alla singola opera architettonica ma dedica molto spazio al tema del restauro urbano e del paesaggio, nuove frontiere del recupero architettonico contemporaneo mostrando alcune delle esperienze internazionali più significative ed aggiornate.

In vendita da lunedì 19 giugno 2017 alle 13:24 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche...

 
Napoli capitale. Identità politica e identità cittadina. Studi e ricerche 1266-1860


€ 21,00

  Napoli capitale. Identità politica e identità cittadina. Studi e ricerche 1266-1860
 
di Galasso, GiuseppeNapoli 2003Electa Napoli
STORIA LOCALE, NAPOLI
ISBN: 9788851001681

Bross. ed. ill., cm 24x16, pp. 351.

SINTESI
Il libro offre un percorso per immagini alla scoperta di Napoli, capitale dell’arte europea, e delle sue bellezze: l’archeologia, le arti figurative, i dipinti, l’architettura, le ’’Sette opere di Misericordia’’ di Caravaggio, l’Arco di Castelnuovo, la tazza Farnese, i castelli, i palazzi regali, i panorami. Napoli. Un biglietto da visita sontuoso, alla ricerca delle radici profonde della rinascita di una capitale dell’arte europea. Un itinerario visivo memorabile tra le meraviglie di un intreccio millenario di civiltà che non smette di sorprendere cittadini e visitatori.
Il libro presenta testi in italiano e inglese.

INDICE
Presentazioni. Presentations, Silvio Berlusconi, Antonio Bassolino, Rosa Jervolino Russo.
Il patrimonio archeologico. The archaeological heritage, Stefano de Caro.
Lo sviluppo urbano e l’architettura tra medioevo e rinascimento. Urban development and architecture in the middle ages and renaissance, Enrico Guglielmo.
Il patrimonio architettonico e ambientale dal barocco al XX secolo. The architectural and environmental heritage from the baroque to the 20th century, Mario de Cunzo.
La città d’arte. The city of art, Nicola Spinosa.
Dal Museo Archeologico Nazionale a Palazzo Firrao.
Da piazza del Gesù a Palazzo Gravina.
Dal Palazzo Reale a Monte di Dio.
Dal Museo Nazionale di Capodimonte al Museo Duca di Martina.
Da Castel dell’Ovo a Trentaremi.
Luoghi rappresentati. Places shown.
Informazioni utili. Useful information.
Cronologia essenziale. Essential chronology.
Bibliografia essenziale. Essential bibliography.

In vendita da lunedì 19 giugno 2017 alle 12:31 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche...

 
Valori limite di sostanze di interesse biotossicologico in liquidi e tessuti animali e in alimenti per uso umano e zootecnico


€ 10,00

  Valori limite di sostanze di interesse biotossicologico in liquidi e tessuti animali e in alimenti per uso umano e zootecnico
 
di Serpe, Luigi - Gallo, Pasquale - Esposito, Mauro2003 (2° ed.)Istituto Zooprofilattico Sperimentale Del Mezzogiorno
SCIENZE BIOLOGICHE, ZOOLOGIA, ZOOTECNICA

Bross. ed., cm 21x16, pp. XII-125.

Prefazione di Domenico Fenizia.

Introduzione di Luigi Serpe.

In vendita da venerdì 16 giugno 2017 alle 16:20 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche...

 
Libertà 1. Negritudine e umanesimo


€ 10,00

  Libertà 1. Negritudine e umanesimo
 
di Senghor, Léopold SédarMilano 1974Rizzoli
LETTERATURA NORDAFRICANA ’900, SENGHOR

Bross. ed., cm 21x15, pp. 429. Intonso, tagliopagina brunito.

Prefazione di Marcella Glisenti.

Traduzione di Amos Segala.

SINTESI
Chi vuole trovare una ragione all’attaccamento inflessibile di Senghor per il concetto di negritudine deve cercarla nello struggente valore che questa ebbe per i sentimenti del giovane intellettuale negro a Parigi intorno agli anni ’30. La coincidenza cronologica con la crisi dei valori che in quel momento investiva la Francia fu un elemento di forza a favore di Senghor e di altri intellettuali e scrittori di estrazione coloniale come Aimé Césaire. Ebbe buon gioco Césaire a esaltare il valore di coloro che non avevano inventato né la polvere da sparo né altro: il suo grido rispondeva ad André Bréton, al manifesto dei surrealisti, al disprezzo della ragione in favore di un’emozione creatrice. Fu così che gli intellettuali francesi si trovarono attratti dal concetto di negritudine e da tutti quegli elementi contestatari che ne erano alla radice.
Senghor e i suoi amici si imposero facilmente alla cultura del tempo, il loro antagonismo fu uno strumento di lavoro collettivo, valido per tutti, per i negri come per i bianchi, la loro tragedia trovava riscontro nei tormenti della coscienza europea che si esprimeva - tra l’altro - nella rivista «L’Esprit» con una critica religiosa ed etica alla vita. L’ampiezza dell’operazione tentata da Senghor utilizzando come strumenti di lavoro la negritudine e il socialismo dà la sua vera misura di intellettuale e di leader e trova negli scritti di ’Libertà 1’ una sintesi esemplare che è anche il senso e il significato di tutta la sua vita. Proponendosi di portare alla luce la sotterranea coerenza che lega ’’l’orphelinage’’ del terzo mondo al suo ineluttabile incontro col mondo ricco e potente dei bianchi - Senghor ha accettato la sfida che gli schiavi negri lanciarono con i loro tam-tam dagli sterminati campi di cotone delle Americhe e che sembrava destinata a perdersi nel vento, come avviene quasi sempre per il lamento dei poveri, e fu invece il fondamento di una vera rivoluzione. Accettando questa sfida, Senghor si è posto come ponte tra la labilità di quella disperazione e la proterva esigenza di razionalità dell’Occidente e si è adoperato a tradurre quei lamenti in argomentazioni per una filosofia del riscatto.
Léopold Sédar Senghor (Joal (Dakar) 1906) è stato deputato all’Assemblea costituente francese nel 1945 e poi all’Assemblea nazionale nel 1946. Dopo essersi dedicato all’attività universitaria, insegnando dal 1948 al 1958 all’Università di Parigi per la Francia d’Oltremare, è stato eletto nel 1960 presidente del Senegal, introducendovi nel 1963 un regime presidenziale. Rieletto nello stesso anno presidente della repubblica, fu riconfermato nel ’68. Fautore dell’unità africana, la sua opera poetica, come quella di saggista, si ispira ai valori della negritudine. Oltre ai saggi che presentiamo qui, a quelli di ’Liberté 2. Nation et Vole africaine du socialisme’, e all’Anthologie de la nouvelle poesie nègre et malgache’ (1948) preceduta da ’Orphée noir’ di Jean-Paul Sartre, Senghor ha pubblicato le seguenti opere poetiche: ’Chants d’ombre’ (1945), ’Hosties Noires’ (1948), ’Chants pour Naëtt’ (1949), ’Éthiopiques’ (1956), ’Nocturnes’ (1961). Di queste ultime l’editore Rizzoli ha pubblicato di recente un’ampia scelta antologica dal titolo ’Poemi Africani’.

In vendita da giovedì 15 giugno 2017 alle 02:48 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche...

 
Le dosi di lunga vita. Per mantenersi sempre giovani ed efficienti


€ 10,00

  Le dosi di lunga vita. Per mantenersi sempre giovani ed efficienti
 
di Servi, SilvioRoma 1989Cesare Ardini Editore
MEDICINA OMEOPATICA, ERBORISTERIA
ISBN: 8885112048

Bross. ed., cm 21x14, pp. 315.

SINTESI
Antiche e prodigiose ricette per preparare infusi, decotti, pomate, bevande salutari, tisane, aerosol, antidolori e afrodisiaci con gli insostituibili ed efficaci ingredienti offerti dalla natura. Con gli indirizzi di 1700 erboristerie.
Silvio Servi, di origine abruzzese, è un dinamico ed attivo novantenne con oltre sessant’anni di esperienza nell’ambito delle terapie naturali. Questa sua opera rappresenta il traguardo più ambito per il raggiungimento del quale ha lavorato molti anni, facendo confluire in queste pagine il meglio delle sue scientifiche e le certezze derivanti dalle sue sperimentazioni.

INDICE
Presentazione
Al lettore
Come preparare le ricette
Tintura
Vini medicinali o medicati
Sciroppi, succhi, olii e unguenti
Ricettario
Appendice
Soia gialla e semi
Tinture con alcool etilico
Vitamine
Indice alfabetico del ricettario

In vendita da giovedì 15 giugno 2017 alle 01:20 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche...

 
L’Anonimo Magliabechiano


€ 16,00

  L’Anonimo Magliabechiano
 
di Ficarra, Annamaria (a Cura Di)Napoli 1969Fiorentino Editore
STORIOGRAFIA ARTISTICA, STORIA DELLA CRITICA D’ARTE, LETTERATURA ARTISTICA

Bross. ed., cm 20x14, pp. XLIV-160. Intonso, giacenza di magazzino.

Presentazione di Ottavio Morisani.

Collana diretta da Ottavio Morisani.

SINTESI
Ignoto autore di un manoscritto (ca. 1540) conservato presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze - conosciuta anche come Magliabechiana (dall’erudito Antonio Magliabechi) - non sappiamo nulla dei suoi dati biografici, e dal suo scritto risulta solo che lavorò tra il 1537 e il 1542. L’autore era ben noto fra gli artisti, tra cui nomina il Vasari, il Pontormo e il Bandinelli come consiglieri; di Leonardo non si parlava più molto a Firenze e quindi è ipotizzabile che le informazioni le deve al suo scolaro G. F. Rustici. Certamente fu tanto poco artista quanto l’autore del Billi; la pia sentenza con cui comincia ciascun capitolo può far quasi pensare ad un ecclesiastico. È stato un contemporaneo del Vasari e da lui ha ricevuto informazioni; ma il Vasari non si è servito di lui: piuttosto entrambi si sono serviti di fonti comuni, indipendentemente dal Ghiberti e dal Billi. La tecnica dell’Anonimo ha molta affinità con quella del Vasari: sincretistica, prammatistica. La terminologia è lontana dalla rozza minuta di Antonio Billi: ha ambizioni letterarie e cerca di dare una forma organica al testo. Non riuscì a completare l’opera, per sopraggiunta morte o più probabilmente per l’uscita, nel 1550, delle ’Vite’ del Vasari. Come il libro del Billi, è certamente un’opera scritta a tavolino, ma l’anonimo dimostra di conoscere bene i pittori. In molti punti vuole rettificare le dichiarazioni delle sue fonti con apprezzamenti personali, mettendo ancora più in evidenza il carattere di zibaldone dello scritto; in particolare, da considerare le lunghe note marginali sulla vita di Buffalmacco, al secolo Buonamico di Martino, pittore di scuola toscana della prima metà del ’300. La tendenza letteraria è confermata dall’ideale manifesto di dare un disegno generale dell’opera ben pensato, che abbracciasse, come prima di lui solo Ghiberti, lo svolgimento generale dell’arte dagli antichi in poi. A differenza del Ghiberti, l’anonimo per l’arte antica si avvalse dell’opera fresca di stampa di Landino, la traduzione della ’Naturalis Historia’ di Plinio. La particolarità dell’anonimo è quella di tentare di dividere e di raggruppare in periodi l’antica storia dell’arte avvalendosi solo di mezzi letterari, senza cioè una adeguata conoscenza dei monumenti, fatta qualche rara eccezione come la citazione dello strano ’Letto di Policleto’, che una volta era in possesso del Ghiberti. La seconda parte dello scritto comprende gli artisti fiorentini del Trecento del primo Quattrocento. L’anonimo, qui, rielabora le affermazioni dell’apologia di Cristoforo Landino e del Ghiberti, con strane deformazioni, ripetizioni ed altri sbagli. Le parti successive parlano degli artisti senesi, andando al di là di quello che il Ghiberti citava, e degli scultori, dai Pisani fino al Verrocchio. Segue una parte molto lacunosa ma che lascia molte informazioni preziose sui contemporanei, come Andrea del Sarto, Leonardo e Michelangelo. Le fonti di cui si serve l’anonimo della Magliabechiana non terminano qui. Egli - come ha dimostrato il Kallab - attinge assieme al Vasari e al Gelli da una medesima fonte, denominata Fonte K, che doveva avere forma e contenuto simile a quella del Billi ma più estesa.

In vendita da mercoledì 14 giugno 2017 alle 22:44 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche...

 
Memoria e immaginario. La Seconda Guerra mondiale nel cinema italiano


€ 12,00

  Memoria e immaginario. La Seconda Guerra mondiale nel cinema italiano
 
di Pesce, SaraRecco-Genova 2008Le Mani - Microart’S Edizioni
CINEMA, CRITICA CINEMATOGRAFICA
ISBN: 9788880124382

Bross. ed. ill., cm 21x114, pp. 237, tavv. b/n f.t.

SINTESI
Nel contesto contemporaneo, segnato dall’inesorabile esaurirsi delle risorse narrative e analitiche legate al vissuto della guerra, un libro dedicato alla memoria e i film sul secondo conflitto mondiale risponde a un’esigenza in qualche misura epocale: dare conto, anche per coloro che non hanno avuto contatto con forme di ’’memoria vivente’’, del ruolo culturale del cinema nei processi di metabolizzazione collettiva di un periodo storico fondante per l’identità nazionale. Il presente studio osserva lo sviluppo di questa tematica all’interno di una lunga parabola di storia civile che va dal 1945 alla fine degli anni Ottanta, quando si manifestano gli effetti di un cambiamento profondo, a livello italiano ed europeo, che riguarda la memoria culturale. I film che raccontano la guerra fanno i conti con un archetipo della cultura moderna ma al contempo metabolizzano questo specifico conflitto secondo i procedimenti dell’elaborazione collettiva, che soddisfano l’esigenza di una auto-rappresentazione accettabile, familiare e talvolta piacevole o spassosa. Del modo di raccontare gli italiani in guerra questo lavoro mette infatti in evidenza la relazione tra le forme cinematografiche e la necessità di ricordare il passato per rispondere a fondamentali quesiti che riguardano il presente.
Sara Pesce insegna Istituzioni di storia del cinema presso il Dipartimento delle Arti dell’Univesità di Bologna. Si occupa di studi sull’attore, sul film bellico americano e italiano e di studi sulla memoria culturale nell’ambito cinematografico e audiovisivo in senso ampio. Nel 2005 pubblica ’Dietro lo schermo. Gli immigrati ebrei che hanno inventato Hollywood (1924-1946)’, nel 2008 ’Memoria e immaginario. La seconda guerra mondiale nel cinema italiano’, nel 2007 è curatrice e autrice di un’opera sul melodramma cinematografico: ’Imitazioni della vita. Il melodramma cinematografico’.

In vendita da martedì 13 giugno 2017 alle 23:11 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche...

 
Il tessuto del mondo. Immagini e rappresentazioni del corpo


€ 14,00

  Il tessuto del mondo. Immagini e rappresentazioni del corpo
 
di Faeta, Francesco - Faranda, Laura - Geraci, Mauro - Mazzacane, Lello - Niola, Marino - Ricci, Antonello - Teti, Vito (a Cura Di)Napoli-Roma 2007L’Ancora Del Mediterraneo
STORIA SOCIALE, SOCIOLOGIA DELL’ARTE
ISBN: 9788883252136

Bross. ed. ill., cm 21x15, pp. 239, 15 ill. b/n n.t.

SINTESI
Il corpo è una costruzione culturale complessa, che di epoca in epoca, da cultura a cultura recepisce gli ordinamenti simbolici e i modelli discorsivi sottesi alla costruzione dell’identità. Esplorato nell’orizzonte del suo exitus culturale e sociale, il corpo può offrirsi anche come metafora del mondo, può farsi esso stesso linguaggio e computare i linguaggi che circoscrivono i processi di appaesamento dell’individuo nel proprio tessuto sociale. Sostenuti da una comune sensibilità antropologica, nell’intento di celebrare un comune maestro, ispiratore della tematica del corpo, Luigi M. Lombardi Satriani, gli autori intraprendono in questo volume cammini incrociati, indagando le possibili declinazioni somatiche nel mito o nella storia, nel diritto o nella letteratura, le relazioni di dominio e di subalternità, di potere e di privilegio entro le quali il corpo viene a costituirsi di volta in volta come strumento di adesione o supplemento di libertà di una data cultura.

In vendita da martedì 13 giugno 2017 alle 21:01 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche...

 
La tutela dei monumenti nella Napoli post unitaria


€ 14,00

  La tutela dei monumenti nella Napoli post unitaria
 
di Barrella, NadiaNapoli 1996Luciano Editore
MUSEOLOGIA, MUSEOGRAFIA, COLLEZIONISMO
ISBN: 9788886767248

Bross. ed. ill., cm 24x17, pp. 240.

INDICE
LA TUTELA DEI MONUMENTI A NAPOLI. ALCUNE OSSERVAZIONI PRELIMINARI
1.1. Il Decreti luogotenenziali per la conservazione dei monumenti
1.2 L’eredità preunitaria
LA SOPRINTENDENZA AGLI SCAVI E ALLE ANTICHITÀ DI NAPOLI (1860-1874)
2.1 Considerazioni generali
2.2 Il regolamento del Museo: osservazioni preliminari
2.3 Il regolamento del Museo
2.4 Alcune riflessioni sul lavoro della Soprintendenza: la gestione del Museo Nazionale
2.5 La soprintendenza e la tutela delle ’’Belle Arti’’. ’’Disposizioni recalcitranti’’ e problemi di metodo
LA TUTELA A NAPOLI NELLA PRIMA FASE DEL CENTRALISMO MINISTERIALE
3.1 Il servizio di tutela in Italia fino al 1866
3.2 Le commissioni conservatrici tra il 1860 ed il 1866 e l’esperienza fiorentina
3.3 Il Decreto 7 luglio 1866 n. 3036 e la L. 15 agosto 1867 n. 3848: il ’’gravissimo colpo inferto alla conservazione’’. Alcune osservazioni.
3.4 La Commissione del Ministro Guardasigilli pel Ramo Culto (1864-1866): il trait d’union tra Napoli e l’Italia
3.5 La Commissione Consultiva di Belle Arti di Napoli ( 1866- 1874)
3.6 Gli inventari dei monumenti
3.7 La restante attività della Commissione: alcune considerazioni
3.8 Museo ex machina. Le vicende della Certosa di San Martino negli anni di Fiorelli
IL SERVIZIO DI TUTELA COMUNALE: LA COMMISSIONE MUNICIPALE PER LA CONSERVAZIONE DEI MONUMENTI
4.1 L’evoluzione del servizio di tutela in Italia dopo il 1874
4.2 E ruolo del Municipio nella tutela dei monumenti fino al 1874
4.3 La nascita della Commissione
4.4 Il Museo Civico di Donnaregina
BIBLIOGRAFIA

In vendita da martedì 13 giugno 2017 alle 20:36 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche...

 
Nelle maglie della voce. Oralità e testualità da Boccaccio a Basile


€ 14,00

  Nelle maglie della voce. Oralità e testualità da Boccaccio a Basile
 
di Alfano, GiancarloNapoli 2006Liguori
LETTERATURA ITALIANA, CRITICA LETTERARIA, BOCCACCIO, BASILE
ISBN: 9788820740092

Bross. ed. ill., cm 18x12, pp. 260.

SINTESI
La storia della novella italiana è la storia di una dinamica tra mondo del racconto e mondo in cui si racconta. Posto sul confine tra la voce e la pagina scritta, il lettore viene preso dentro una rete complessa, che lo trattiene al di fuori della narrazione e nello stesso tempo lo fa entrare nella vicenda che gli si apre innanzi agli occhi. Fantasmi sonori e aberrazioni prospettiche che fonderanno poi il romanzo moderno.
Giancarlo Alfano (1968) insegna Letteratura italiana alla Seconda Università di Napoli. Tra i suoi libri, ’Gli effetti della guerra’ (Roma 2000), ’Dioniso e Tiziano’ (Roma 2001), ’Dalla città alla repubblica delle lettere’ (Roma 2003), e ’Nelle maglie della voce. Oralità e testualità da Boccaccio a Basile’ (Napoli 2006). Ha collaborato all’antologia della poesia italiana contemporanea ’Parola Plurale’ (Roma 2005).

INDICE
Introduzione
Un mondo in bilico
Capitolo I
Dinamiche dell’accordo. Retorica e commedia nella comice del Decameron
Capitolo II
Storie raccontate due volte. Trasmissione, riuso e figure della testimonianza
Capitolo III
Essere lì. Lo spazio della rappresentazione in alcuni testi del Cinquecento
Capitolo IV
A bocca aperta. Favola e infanzia nel Cunto de li cunti
Bibliografia
Indice dei nomi

In vendita da martedì 13 giugno 2017 alle 14:06 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche...

 
Archeologia postclassica a Torella dei Lombardi. Ricerche nel castello Candriano (1993-97)


€ 18,00

  Archeologia postclassica a Torella dei Lombardi. Ricerche nel castello Candriano (1993-97)
 
di Rotili, Marcello (a Cura Di)Napoli 1997Arte Tipografica Editrice
ARCHEOLOGIA MEDIEVALE, IRPINIA
ISBN: 9788864190730

Bross. ed. ill., cm 24x17, pp. 252, 72 ill. col. e b/n.

In vendita da martedì 13 giugno 2017 alle 00:27 in provincia di Caserta  -   BESTSELLER vende anche...

 

Pag. 1 di 479.

Vai a pagina : [1] 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 >>>
 



 
   
Contatti: staff@comprovendolibri.it
Segnalazione errori: assistenza@comprovendolibri.it
Informativa sulla Privacy e utilizzo dei cookies
rel. 6.0 Copyright 2000-17 Marco Sarain - Padova (IT)